Crepes is the new black. Il nuovo libro dell'MTC!

10. giugno 2017 07:05 | Stampa

Se in questi giorni vi siete ritrovati la bacheca di Facebook piena di ergastolane con una faccia nota, probabilmente giá lo sapete, o quanto meno lo avete immaginato.

E' uscito il nuovo libro dell'MTC! Stavolta dedicato al mondo delle crepes e simili, un giro del mondo golosissimo e da non perdere, come al solito.

 

Il libro esce oggi nelle edicole come inserto de Il resto del Carlino, Il Giorno e La Nazione, ad un prezzo scontatissimo, per cui correte subito, il post finite di leggerlo dopo.

Mentre in libreria uscirá il 15 giugno ma é giá prenotabile su Amazon ed Ibs con il 15% di sconto.

Ed adesso vi porto all'interno del libro per una sbirciatina.

Il mio contributo, ovviamente, ha l'accento British e lo vedete qui sotto.

 

 

 

Lo so che lo volete, perció vi lascio correre in edicola.

Let's roll a full English breakfast!

24. maggio 2017 23:04 | Stampa

Al richiamo del finger food io non resisto!

E' l'eterna questione con mio marito.

Secondo lui tutto ció che é grande ha un sapore migliore. 

Cosí in pasticceria litighiamo perché lui vuole le paste grandi ed le io voglio mignon.

Io tendo a monoporzionare le lasagne ed il gattó di patate e lui non é d'accordo.

Per me i finger food sono irresistibili, per lui sono una schiocchezza che richiede solo piú lavoro.

Ed io lo so che in fondo ha ragione lui, peró sono carini.

Per cui, anche se tutto era contro di me questo mese, ho DOVUTO rollare.

I rolls, ricetta di questo mese per la gara dell'MTC, proposta da Giovanna che, con elenganza e maestria ci porta in questo mondo.

La mia idea é stata quella di racchiudere una full English breakfast in due bocconi.

More...

Sbriciolata beneventana

5. maggio 2017 11:00 | Stampa

Oggi, il Calendario del cibo Italiano celebra la giornata dedicata ai dolci da credenza.

Non potevo resistere, amo questo tipi di dolci, tra gli altri.

Mi ricordano le merende da bambina, mi piace prepararli con i miei figli e per i miei figli. Li amano anche le amichette di Giulia che, ad ogni play date a casa nostra, un pó se l'aspettano. Ormai sono famosa per essere "la mamma che fa i dolci in casa" e non il compra al supermercato.

Lo so, mi sono fregate con le mie stesse mani.

Quella che vi propongo é una torta preparata dalla zia di Stefano, Rita. Lei vive in provincia di Benevento ed é solita prepararla ad ogni occasione, specialmente per i propri nipoti.

Era da tanto che aspettavo un'occasione per farla, ed eccola.

More...

Sartú di riso con genovese di polpo e vellutata di polpo e arancia

20. aprile 2017 08:03 | Stampa

Nonostante il mio modo di cucinare (e di mangiare) sia molto cambiato dopo il mio trasferimento in Inghilterra, resta comunque una certa napoletanitá, viscerale, spontanea e a volte inaspettata nel mio modo di pormi di fronte al cibo.

Soprattutto quando si parla di ricette legate a doppio filo ai miei ricordi, alla mia famiglia alla mia cittá natale.

Ecco perché é stato difficilissimo affrontare questa sfida per me.

Seguire delle regole, regole cosí diverse dal mio modo di preparare questo piatto, dal modo in cui lo prepara mia nonna, ancora alla soglia dei 96 anni, dal mio modo di mangiarlo, ha richiesto un enorme sforzo da parte mia che sono solita prepararlo senza bilancia, senza dosi, aggiungendo un pó di questo e un pó di quello, a occhio, di pancia, annusando, assaggiando talvolta ad occhi chiusi.

E comunque per amore dell'MTC l'ho fatto, perché lo faccio ogni mese e continueró a farlo, per fare  onore a Marina che avrei scelto anch'io come vincitrice il mese scorso e perché mi piace sperimentare anche con le ricette cosiddette “sacre”.

E cosí ho giocato con due grandi classici della cucina napoletana, tra le ricette a me piú care della tradizione napoletana, il sartú di riso, oggetto della gara, e la genovese.

E siccome era da tanto che volevo provare la genovese di polpo e l'unico modo per partecipare era farlo da Napoli, da casa di mia madre, dove posso trovare un polpo degno di questo nome, per questa volta ho messo da parte le influenze british e sono tornata alle mie origini.

Sartú di riso alla genovese di polpo e vellutata di polpo e arancia

More...

Terrina di cervo in crosta per l'MTC

21. marzo 2017 15:36 | Stampa

Avevo detto che avrei saltato.

Non é successo.

Lo so, non sono una donna dalle mille sorprese.

Ci avevo pensato seriamente.

Questa era una ricetta complessa da eseguire, tempo ne ho avuto poco questo mese, ma poi, pensi che ci ripensi, ti viene l'idea, che fai?

Trovi quelle 3-4-5-6-7-8 ore che ti servono e la fai.

E cosí, niente, Giuliana, ti tocca leggertene un'altra di ricetta questo mese, la mia :).

Avevo giá deciso che se la facevo questa terrina sarebbe stata di cervo perché é una carne che qui trovo facilmente e di buona qualitá. Gli abbinamenti mi sono venuti in mente un pó alla volta ma sono andati a cercarli tutti localmente.

Infatti questa é una terrina che parla inglese, con un vago accento del Sud-Est.

La carne di cervo proviene da allevamenti del Wiltshire, la carne di maiale, anche, é locale.

Per la crosta ho utilizzato la ricetta della hot water pastry, molto utilizzate per i pie e i Cornish pasties.

Ho deciso di accompagnare con un'insalata di carote fermentate, anche queste locali, ed una mousse al brie, anche questo del Somerset.

Terrina di cervo in crosta con insalata di carote fermentate e mousse al brie, cranberries e nocciole pralinate al Porto

 

More...

L'immagine può contenere: sMS

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Anch'io sono

 

Convertitore cups/grammi

Le ceramiche utilizzate in questo blog sono una produzione artigianale "I Cocci" www.icocci.org

 

I consigli della nutrizionista

Ricette per mese