Grazie

29. marzo 2012 17:00 | Stampa

E' finita questa bella avventura de The Recipe-tionist, che il mio blog ha ospitato questo mese.

Lo scopo è conoscere meglio il blog e il blogger del mese, riproponendo una sua ricetta quasi fedelmente. Ma non è solo questo....

Durante questo mese mi sono vista con i vostri occhi, mi avete fatto ridere, commuovere, emozionare....mi avete stimolata.

A volte mi sono detta...."non posso averlo cucinato io quello...."

La maggior parte di voi ha colto il mio essere molto legata alla mia terra, riprendendo soprattutto ricette napoletane....bene! Sono felice di essere una "portatrice sana di napoletanità".

Altri hanno scelto ricette che non hanno avuto molto successo e vecchissime, legate al periodo in cui il mio blog aveva un altro nome e non aveva una propria identità, e gli avete dato luce come io, all'epoca, non sono riuscita a fare.

Altri hanno trovato le ricette di cui vado più fiera....bravi!

Vorrei ringraziarvi tutti, uno per uno, per quello che avete fatto e come lo avete fatto. 

Anzi lo faccio......

 

 

 

Mi è piaciuto tanto vedermi con i vostri occhi e, anche se non so ancora chi è, non vedo l'ora di andare a curiosare da The Recipe-tionist di aprile.

Risotto "prato fiorito"

29. marzo 2012 14:17 | Stampa

Ovvero "come ti convinco a mangiare la bieta, amore di mamma".

Mia figlia, come sapete, è una fogna....come si suol dire. Nel senso che, beata me, mangia tutto e soprattutto non mi crea problemi con quegli alimenti che notoriamente i bambini non gradiscono, come pesce, verdure e legumi.

Il suo piatto preferito? Zuppa di lenticchie e spinaci! Non riesco a convincere mio marito che è buona, lei invece la divora.

C'è solo una cosa che, per quanti modi io trovi per proporgliela, lei non proprio mangia ed è la bieta.

Questo è l'ultimo tentativo che ho fatto per fargliela mangiare....

More...

Delizie di che?

28. marzo 2012 12:25 | Stampa

Se vi dicessi che si tratta di delizie al limone, immagino che mi rispondereste....."ancora, co' sto De Riso?"

No, non si tratta di delizie al limone, ma qualcosa che vuole assomigliarci....ci avviciniamo al 1 aprile, e quindi al giorno in cui, per definizione, abbondano gli scherzi.

Mio marito quando le ha viste mi ha detto che se non lo avesse saputo ci sarebbe rimasto malissimo.....lui è molto goloso di dolci.

La realtà è che, anche se non erano quello che sembravano erano buonissime!

Passo subito alla ricetta così vi tolgo ogni curiosità....

More...

Soffiato di pastiera e che la sfiga sia con me.....

27. marzo 2012 12:11 | Stampa

Si avvicina la Pasqua e nel web abbondano le ricette, regionali e non, inerenti a questa festività.

Oggi io vi propongo una pastiera "moderna", diversa da quella tradizionale, una ricetta di De Riso (si, ancora lui....mi è presa la fissa!). Però vi avverto, è la  torta più sfigata del mondo....si perchè mi ha procurato, nell'ordine le seguenti sfighe:

  1. Mi sono tagliata un dito per affettare l'arancia candita, ma a livello che sto con le farfalline per reggere i due lembi di pelle...
  2. Per medicarmi, che a momenti svenivo, ho quasi bruciato il disco di frolla (alla fine mi è venuto croccantino e leggermente abbronzato)
  3. Nonostante lo sapessi, ho sbagliato la dose di acqua per sciogliere la gelatina, e quindi la torta una volta scongelata è collassata su sè stessa
  4. Nonostante il mio istinto suggerisse di aggiungere della pectina allo sciroppo di copertura, mi sono ostinata a seguire la ricetta e lo sto ancora togliendo dal frigorifero
Nonostante tutto la torta era fantastica! Delicata, bella e sapeva quasi di pastiera....la rifarò certamente evitando gli errori di cui sopra.
 

More...

Trofie al pesto di carciofi e salsiccia

26. marzo 2012 12:52 | Stampa

Non l'ho mai fatto ma oggi vorrei parlarvi di un ristorante.

Parlando di cucina e condividendo esperienze fatte ai fornelli, di casa mia prevalentemente, credo sia giusto dare risalto anche ai ristoranti dove abbiamo mangiato bene, ma proprio bene!

La cornice è Casertavecchia, un piccolo borgo medioevale vicino Caserta, davvero delizioso, che vi consiglio di visitare. Qui è difficile uscire dall'anonimato perchè i ristoranti sono davvero tanti per un borgo così piccolo, e tutto risulta essere un pò stereotipato ed ordinario, ma non è così per il ristornate Gli Scacchi.

Io l'ho scovato grazie alla guida Osterie d'Italia 2011 di Slow Food che non mi ha mai deluso e anche stavolta non è stata da meno. Ambiente accogliente, aria familiare, cucina semplice ma curata, molto legata al territorio, buona selezione di vini e ottima quella dei formaggi.

Se vi trovate da quelle parti fateci un salto e provate il loro antipasto misto, con preparazioni fatte con le verdure del loro orto, provate anche gli ziti con il ragù al maialino nero (tipico della zona di Caserta) oppure i ravioli di ricotta di bufala e borragine. E ovviamente conservate un posticino per i dolci, ne abbiamo provati diversi e ognuno merita un assaggino Tongue out.

Ma veniamo alla ricetta....oggi vi lascio un primo, semplice e veloce ma molto buono.

 

More...

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Anch'io sono

 

Convertitore cups/grammi

Le ceramiche utilizzate in questo blog sono una produzione artigianale "I Cocci" www.icocci.org

 

I consigli della nutrizionista

Ricette per mese