Strudel speziato alle mele e rabarbaro con gingered rhubarb curd

24. febbraio 2014 14:18 | Stampa

N.B.

Questo post è stato scritto a puntate, 5 per la precisione. Quindi non so bene cosa ho scritto, so solo che ormai scrivere post è diventato uno sport per me. Immaginatemi mentre tengo il laptop in equilibrio su una gamba e batto tasti con il naso mentre con una mano allatto e con l'altra faccio puzzle di Minnie.

Vi è mai capitato di non avere un'idea precisa per una ricetta, poi di imbattervi in un ingrediente e all'improvvisi si accende la lampadina e tutto è chiaro nella vostra mente?

A me è successo con questo strudel. Sapevo che ci volevo mettere le mele però non volevo fare il classico strudel.

E' uno di quei casi in cui è l'ingrediente che trova me, mi succede spesso.

Così un giorno di pioggia ( ma va?) lo vedo, e decido precisamente cosa fare.

Parlo di succosissimo, bellissimo, rossissimo rabarbaro. 

In questo periodo è ancora una primizia, in genere le evito perchè non sono ancora il meglio, ma raramente l'ho visto così bello e non ho resistito.

Ne ho preso un chilo e l'ho usato sia per il ripieno che per l'accompagnamento e ho scoperto che il curd al rabarbaro è buono da morire!

 

Ingredienti:

Per la sfoglia:

150 g di farina 00

100 ml di acqua

1 cucchiaio di olio

1 pizzico di sale

 

Per il ripieno:

300 g di rabarbaro

400 g di mele royal gala

80 g di zucchero muscovado

30 g di mandorle

la buccia grattugiata di un'arancia

1/2 cucchiaino di zenzero grattugiato

1/2 cucchiaino di chiodi di garofano

1/2 cucchiaino di cannella

3 cucchiai di Porto

50 g di pane grattugiato

30 g di cranberries disidratati

30 g di burro + 20 gr per spennellare

un cucchiaio di mandorle in lamelle

Preparazione:

Per la sfoglia seguite il procedimento del post di Mary.

Per il ripieno. Fate rinvenire i cranberries con il Porto per una mezz'oretta. Nel frattempo fate sciogliere il burro in un pentolino e fateci rosolare il pane grattugiato finchè sarà dorato. Togliete dal fuoco e aggiungete lo zest di un'arancia e le spezie.

Sbucciate e tagliate a dadini le mele circa un cm per lato. Allo stesso modo tagliate il rabarbaro eliminando le parti più dure e le foglie. Tritate grossolanamente con un coltello le mandorle ed unite tutti gli ingredienti, il pangrattato, i cranberries con il Porto e mescolate.

Versate il ripieno sulla sfoglia che avrete steso come descritto da Mary, fate un paio di giri aiutandovi con la tovaglia, poi ripiegate i bordi laterali e continuate ad arrotolare fino alla fine.

Spennellate con burro fuso, cospargete con le mandorle a lamelle e ancora un pò di burro fuso. 

Infornate a 180° per 45 minuti circa.

Intanto prepariamo il curd.

Ingredienti per il curd:

600 g di rabarbaro

2 cm di radice di zenzero grattugiata

200 g di zucchero

100 g di burro

3 uova grandi

Preparazione:

Questa dose è per circa 700 g di curd.

Lavare e tagliare il rabarbaro a dadini, frullarlo e filtrare la polpa per ottenere un succo. Dovreste ottenere circa 250 ml di succo. Aggiungervi lo zucchero, le uova leggermente sbattute e il burro tagliato a pezzettini. 

Cuocere a bagnomaria sempre mescolando finchè il composto non velerà il cucchiaio. Riporre nei barattoli a conservare in frigorifero. Si conserva circa una settimana, se ci arriva....

Una volta cotto e raffreddato lo strudel, spolverate con zucchero a velo, tagliatelo a fette e servitelo con il curd.

 

Con questa ricetta partecipo all'MTChallenge di febbraio

gli sfidanti

Chocolate chip cookies

19. febbraio 2014 15:23 | Stampa

Mamma facciamo i "chichis?" 

Come si fa a dire di no quando la tua piccolina treenne te lo chiede guardandoti con quegli occhioni.

Ovviamente sta parlando dei cookies, li vuole un poco white e un poco brown.

E quindi ho deciso di affidarmi a Delia Smith ed ai suoi dolci ed è stato difficile aspettare che si raffreddassero.

More...

Strudel salato ai broccoli e crema di Stilton

13. febbraio 2014 22:40 | Stampa

-Ci hai messo molto a fare questo coso?

(nessuna conversazione che inizia in questo modo può concludersi senza che io mi inc....ehm...arrabbi)

- No, non molto. Perchè?

(no, non dirlo, non lo voglio sapere davvero)

- Perchè è buono!

(vuol dire si può rifare, anzi quando lo rifai....e chi se lo aspettava)

Ultimamente il mio garcon non lesina in quanto a complimenti, sarà che sta a dieta, sarà che ogni volta che fa uno strappo alla regola quel che mangia sa di buono e di libertà per cui si lascia andare, sarà che questo strudel era davvero buono, sarà....

Intanto è già il terzo mese consecutivo di MTC che mi fa complimenti di questo tipo.

E' successo con le castagne, quando mi disse, a proposito dei biscotti all'amarena,"perchè non avevo mai assaggiato questi cosi?" (che vuol dire "perchè non me li avevi mai fatti prima?")

E' successo con lo spezzatino di agnello del mese scorso, quando mi ha detto "questo è un piatto che se lo mangi al ristorante ci torni apposta per mangiarlo di nuovo" (ecco, questo mi ha proprio fatto emozionare)

Dite che la dieta gli fa male o sto imparando davvero a cucinare?

Anyway....chissà perchè se parliamo di MTC si finisce sempre per parlare di mariti?

E ne sa qualcosa Mari, vincitrice del mese di febbraio, anzi chi più di lei....vero?

Lei ci propone lo strudel, sia in versione dolce che salata, il mio garcon è felicissimo perchè lo adora e io non glielo preparo mai, io mi prendo i complimenti e siamo tutti felici.

Per questa versione salata ho scelto un classico abbinamento inglese che io e la mia cucina abbiamo sposato al primo assaggio, broccoli e Stilton. Unica controindicazione, non ne potrete più fare a meno.

Ingredienti:

Per la sfoglia:

150 g di farina 00

50 ml di acqua

1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva

1 pizzico di sale

Per il ripieno:

400 g di broccoli

1 uovo

2 cucchiai di parmigiano grattugiato

uno spicchio d'aglio

2 o 3 cucchiai di olio evo

sale

Per la salsa:

60 g di Blue Stilton

150 ml di sour cream (panna acida)

 

nocciole tritate per guarnire

 

Preperazione:

Per la sfoglia ho seguito la ricetta di Mari pedissequamente.

Per il ripieno. Lavate e mondate i broccoli. Fate imbiondire uno spicchio d'aglio con un filo d'olio, unite i broccoli,un pizzico di sale ed un mestolo d'acqua calda. Lasciata cuocere finchè non saranno morbidi, aggiungendo altra acqua, se necessario. 

Togliete dal fuoco e schiacciateli con una forchetta per formare una crema, unite il parmigiano e fate intiepidire.

Unite quindi un uovo leggermente sbattuto.

Prima di cominciare a stendere la sfoglia mettete a bollire sul fuoco una pentola abbastanza larga e che possa contenere comodamente lo strudel. Disponete su una spianatoia un tovagliolo o uno strofinaccio pulito di lino o di cotone bianco (possibilmente lavato con sapone neutro e ben sciacquato) e infarinatelo. Prendete l’impasto e cominciate ad appiattirlo con le mani sopra alla tovaglia, quindi tiratelo aiutandovi con un mattarello. In questo caso basterà il mattarello per stendere la sfoglia che non dovrà essere sottile come quella preparata per lo strudel da cuocere al forno. Il risultato finale dovrebbe essere una sfoglia più o meno quadrata di 25 centimetri per lato.

Spalmate la crema di broccoli lasciando 2 cm lungo il bordo. Arrotolate la sfoglia sul ripieno per un paio di giri, poi ripiegate i bordi laterali verso l'interno e arrotolate fino alla fine. Arrotolate il salsicciotto ottenuto nel tovagliolo, legate i due lembi con spago da cucina in modo da non lasciare vuoti.

Adagiate il salsicciotto nella pentola con l'acqua bollente che avrete salato e lasciate cuocere sobbollendo per 30 minuti.

Nel frattempo scaldate la sour cream (panna acida), unite lo Stilton a dadini e fate sciogliere.

Togliete lo strudel dalla pentola e poi dal tovagliolo. Tagliatelo in fettine spesse un paio di centimetri.

Servite irrorando con la salsa e cospargendo con le nocciole tritate.

 

Con questa ricetta partecipo all'MTChallenge di febbraio

gli sfidanti

L'immagine può contenere: sMS

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Anch'io sono

 

Convertitore cups/grammi

Le ceramiche utilizzate in questo blog sono una produzione artigianale "I Cocci" www.icocci.org

 

I consigli della nutrizionista

Ricette per mese