Cheesecake salato alla ricotta e pera, con Blue Stilton e gelatina di barbabietola arrostita

25. maggio 2016 09:00 | Stampa

Il mio modo di cucinare é sempre stato molto tradizionale. Mi é sempre piaciuto cucinare piatti familiari, tramandati da mia madre o da mia nonna. Magari copiavo una ricetta della zia, ma difficilmente mi lanciavo in qualcosa di "esotico".

Finché non ho iniziato con il blog.

Ho allargato un pochino i confini della mia cucina, non troppo, ma iniziavo a lanciarmi in qualcosa di diverso.

Da quando mi sono trasferita in UK il mio modo di cucinare si é stravolto.

Ora i piatti che mi erano familiari li cucino forse 10 volte l'anno e, spesso mi lancio in tradizioni diverse dalle mie, le mescolo, faccio esperimenti, studio, mi diverto.

Ma quello che piú mi diverte fare in genere é stravolgere le mie tradizioni. Talvolta "italianizzando" o "napoletanizzando" una ricetta prevalentemente inglese e , talvolta, infilando un ingrediente o una sfumatura inglese nelle mie ricette tradizionali.

Come in questo caso.

Ho preso la ricetta di uno dei miei dolci preferiti, la torta ricotta e pera di Sal De Riso, e l'ho stravolta un pó.

Per prima cosa é diventata salata.

Poi ci ho aggiunto l'accento british con lo Stilton e ho completato con la gelatina di barbabietola che, secondo me, sta benissimo sia con i formaggi che con le pere.

E' venuta fuori una delizia. Sono riuscita a mantenere il carattere della ricetta originale, giocando un pó tra il dolce ed il salato, ed aggiungendo un pizzico di aciditá e carattere con lo Stilton.

Lo so che non dovrei essere io a dirlo ma a noi é piaciuta tanto.

Quindi questa é la mia proposta salata per l'MTC n57 e per Fabio ed Annalú.

 

Cheesecake salato alla ricotta e pera, con Blue Stilton e gelatina di barbabietola arrostita

  

 

Per il biscuit alla nocciola salato

100 g di uova (2 circa)

40 g di xylitolo

60 g di nocciole tostate e ridotte in farina

20 g di farina 00

4g di xantana

30 g di burro fuso

2 g di sale

 

Farcia alla ricotta, pere e Stilton

250 g di ricotta

100 g di panna fresca

50 g di Blue Stilton

30 g di parmigiano grattugiato

1 pera

1 cucchiaio di amido

un cucchiaio di olio exttravergine di oliva

succo di 1/2 limone

2 fogli di gelatina

1 pizzico di sale

pepe

 

Geleé alla barbabietola arrostita

200 g di barbabietola

2 fogli di gelatina

un rametto di timo

uno spicchio d'aglio

1 pizzico di sale

 

 

Per il biscuit

Montare le uova con lo xylitolo fino a triplicarne il volume.

Mescolare le farine con il sale e la xantana ed aggiungerle in 3 riprese alle uova montate, incorporando con movimenti dal basso verso l'alto per non perdere l'aria formata.

Infine aggiungere il burro fuso.

Foderate una teglia con la carta da forno. Con il sac a poche formate un cerchio della dimensione del cheesecake e cuocete in forno a 180 gradi per circa 15 minuti.

Per la farcia.

Mescolare la ricotta con le fruste fino ad ottenere un composto spumoso.

Tagliate la pera a dadini.

Scaldate una padella con un filo d'olio e aggiungete la pera ed il succo di limone. Quando la pera inizierá a rilasciare un pó di succo, aggiungete l'amido, mescolate e togliete dal fuoco.

Nel frattempo sciogliere lo Stilton con la panna.

Ammollate la gelatina in acqua fredda per 10 minuti, strizzatela e incorporatela alla panna e Stilton.

Aggiungete alla ricotta insieme alla pera e mescolate.

Foderate un un anello con un foglio di acetato e mettete sul fondo il biscuit. Versateci sopra la farcia e fate riposare in frigo per un'oretta.

Nel frattempo preparate la gelatina alla barbabietola.

Avvolgete le barbabietole in carta d'alluminio insieme ad uno spicchio d'aglio ed un rametto di timo. Arrostitele in forno per circa un'ora.

Provate la cottura con una forchetta, quindi sbucciatele e frullatele insieme al loro succo, un filo d'olio, sale, pepe ed un rametto di timo. Riducete in purea abbastanza fine.

Ammorbidite la gelatina in acqua fredda per 10 minuti, scaldate un pó di purea di barbabietola e scioglietevi la gelatina ben strizzata, quindi unite al resto della purea.

Versate sulla superficie del cheesecake e mettete in frigo a riposare per un paio d'ore.

Sformate e servite con dadini di pera e barbabietola arrostita.

 

 

 

 Con questa ricetta partecipo all'MTC n57

gli sfidanti

 

 

 

Pan di Spagna a caldo di Massari con mousse di nocciole pralinate e fondente

1. maggio 2015 07:48 | Stampa

Avrebbe dovuto partecipare all'MTC di aprile.

Avrebbe dovuto essere una monoporzione, un cubetto.

Avrebbe dovuto avere un inserto di gelée al mango e passion fruit.

Diciamocelo, questa torta e sfortunata perché se fosse stata partorita da qualcun altro sarebbe stata quella che doveva essere, peró era buona.

Ho cambiato idea un milione di volte sulla forma, sulla farcia, sulla decorazione, anche in itinere, e poi alla fine non sono riuscita a scrivere nemmeno il post in tempo.

Peró, nonostante l'indecisione, é venuta una signora torta da condividere per cui la pubblico comunque con ritardo.

Ero sicura solo di due cose.

Volevo provare il Pan di Spagna a caldo di Iginio Massari e il montaggio al contrario e sono le uniche cose che non ho cambiato strada facendo.

 

Pan di Spagna a caldo di Massari con mousse di nocciole pralinate e fondente

 

Pan di Spagna a caldo (di Iginio Massari)

Ingredienti:

Uova  500 g

Zucchero 350 g

Semi di un baccello di vaniglia

Farina bianca 00 (W 150-170) 250 g

Fecola 100 g

 

Procedimento

Scaldare le uova, lo zucchero e i semi di vaniglia mescolando in continuazione fino a 50°C; montare in planetaria per 15-16 minuti in 3° velocità.

Setacciare due volte la farina con la fecola e incorporare delicatamente con la marisa. Mettere il composto in teglie alte 4-4,5 cm e cuocere a 180° per 22 minuti tenendo un cucchiaio di legno fra il bordo (se usate teglie con spessori più alti, il tempo aumenta e la temperatura passa a 170°).

 

Per la pasta alle nocciole pralinate (da I dolci del sole di Sal De Riso)

Ingredienti:

40 g di nocciole intere tostate e pelate

40 g di zucchero

20 g di acqua

 

Procedimento:

In un pentolino portate l'acqua e lo zucchero a 140 gradi a fuoco moderato. Unite le nocciole e mescolate con un cucchiaio di legno. Quando lo zucchero inizierá a caramellare formando una crosticina intorno alle nocciole, togliete dal fuoco e versate su una teglia ricoperta di carta da forno e fate raffreddare completamente. 

Qiuindi frullate per 5 minuti fino ad ottenere una pasta liscia.

 

Per la mousse alle nocciole pralinate e cioccolato fondente.

Ingredienti:

300 ml di panna

80 g di pasta di nocciole pralinate

20 g di acqua

66 g di zucchero

90 g di tuorli (4 circa)

5 g di gelatina

100 g di cioccolato fondente

 

Procedimento:

Questa é una mousse con paté a bombe.

In planetaria mettete i tuorli a montare.

In un tegame fate scaldare l'acqua e lo zucchero fino a 121°C.

Fondete il cioccolato, lasciatelo intiepidire e unitelo alla montata di tuorli insieme alla pasta di nocciole

Alleggerite unendo la panna semimontata. 

Mettete a bagno i fogli di gelatina, scaldate un paio di cucchiai di mousse e scioglievi la gelatina, quindi unite al resto del composto e mescolate con delicatezza.

Fate riposare in frigo fino all'utilizzo.

 

Bagna alle spezie:

Ingredienti:

70 g di acqua

50 g di zucchero

Un stecca di cannella

qualche bacca di cardamomo

anice stellato

 

Procedimento:

Mettete tutti gli ingredienti in un pentolino sul fuoco e portate a bollore. Lasciate sobbollire per 5 minuti, togliete dal fuoco, lasciate raffreddare completamente e filtrate.

 

Montaggio inverso

Tagliate il pan di spagna in tre.

Appoggiate un anello, leggermente piú grande del pan di spagna, su un piatto ricoperto da un foglio di acetato.

Versate all'interno dell'anello un terzo della mousse, quindi ricoprite con uno strato di pan di spagna bgnato con un terzo dello sciroppo preparato in precedenza.

Ricoprite nuovamente con la mousse e proseguite in questo modo, terminando con uno strato di pan di spagna.

Mettete il dolce in freezer a riposare per 2 ore.

 

Copertura

Ingredienti:

150 g di cioccolato fondente 

150 g di panna

Granella di nocciole

5 o 6 nocciole intere

50 g di zucchero

 

Procedimento

Portate la panna a leggero bollore, quindi unite il cioccolato a pezzetti mescolando finche non sará completamente sciolto.

Ricoprite la torta completamente con la ganache cosí preparata e coprite i bordi della torta con la granella di nocciole.

In un pentolino mettete lo zucchero sul fuoco senza toccarlo finché non inizierá a sciogliersi.

Quindi muovete leggermente il pentolino per mescolare fino a completo sciogliemento. Quando avrá asssunto un colore biondo togliete dal fuoco e ricoprite completamente le nocciole. Fatele raffreddare facendo colare leggermente il caramello per formare una specie di coda ed usatele per guarnire la torta.

Babà Masaniello di Salvatore De Riso

21. marzo 2013 13:17 | Stampa

Nonostante abbia spesso da ridire sulle ricette di De Riso, ne vado matta!

Questi babà per esempio erano buonissimi e anche molto veloci da fare.

Anche se l'impasto mi è sembrato troppo liquido con la dose di farina indicata dalla ricetta, per cui ne ho aggiunta un bel pò....in realtà quasi il doppio.

Comunque vi consiglio di provarli come aperitivo e sono perfetti per un buffet.

More...

Chi la vuole fritta e chi la vuole al forno: La zeppola!

14. marzo 2013 17:04 | Stampa

Anche se qui abbiamo appena festeggiato la festa della mamma, tra poco in Italia sarà invece la festa del papà.

L'anno scorso la mia ricetta delle zeppole di Sal De Riso ha avuto un discreto successo e, nel periodo precedente al giorno di San Giuseppe, mi ha portato un bel pò di visite.

In verità quella ricetta non mi è piaciuta molto, soprattutto per quanto riguarda la pasta choux, che infatti non ho più adottato.

Quella che vi propongo oggi è quella che uso di solito e la potete usare sia per le zeppole che per questi o , ancora per questo.

La ricetta della crema invece è quella di De Riso, quella mi è piaciuta parecchio.

Per quanto riguarda la cottura, io preferisco quella al forno ma in questo post vi parlerò di entrambe, quindi anche quella fritta.

 

More...

Dolce Passione di Sal De Riso

15. ottobre 2012 12:35 | Stampa

Siamo in autunno inoltrato, da qualche ora siamo nel pieno dell'anticiclone Cleopatra che sta portando nubifragi su tutto il nostro paese ed io parlo di fichi.....

Si lo so, sono in ritardo ma lo sapete che ultimamente sono colta da un pò di pigrizia. In più c'è qualcosa di cui ancora non vi ho parlato e che mi sta impegnando tantissimo. A farne le spese è sicuramente il blog che non sto aggiornando con la solita regolarità.

Non posso neanche promettervi che le cose torneranno presto come prima perchè non ne sono sicura.... Il fatto è che l'impegno di cui non vi ho parlato è davvero grosso.

Ebbene, dopo anni di tentennamenti e di indecisioni, legati soprattutto a problemi affettivi e familiari, alla fine ci siamo decisi, abbiamo colto una bella occasione e abbiamo deciso di trasferirci!

Ma siccome le cose noi le facciamo in grande, ci trasferiamo oltremanica....si, avete capito bene Murzillo Saporito will move to England.....con tutta la famiglia.

Inutile dirvi quanto siamo emozionati e spaventati allo stesso tempo e quanto lavoro ci sia da fare in questi pochissimi mesi e il tempo sembra volare....

Ve lo avevo accennato qui e se notate la tenuta "tipica" da turista del mio garcon capirete che quel breve week end non è stato solo una vacanza ;-)

E, mentre il momento si avvicina, io mi godo ancora un pò il caldo e i prodotti della mia terra e preparo questo dolce che da tanto avevo in programma.

Devo dire però che, come spesso mi accade con le ricette contenute nel libro I dolci del sole di De Riso, le proporzioni non sono sempre corrette e necessitano di qualche correzione.

More...

L'immagine può contenere: sMS

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Anch'io sono

 

Convertitore cups/grammi

Le ceramiche utilizzate in questo blog sono una produzione artigianale "I Cocci" www.icocci.org

 

I consigli della nutrizionista

Ricette per mese