La farina di castagne, dal primo al dolce

17. novembre 2013 19:59 | Stampa

Temevo di non poter partecipare questo mese.

Con un bimbo di meno di un mese ed un'altra piccolina a cui badare e con mia madre che è rientrata in Italia da più di una settimana, pensavo sinceramente di dover saltare la sfida di novembre dell'MTC.

Ma io sono l'icona dell'MTC, non posso saltare, nemmeno con un tema così complesso, bello e ampio come questo mese.

Non una ricetta ma un ingrediente, le castagne! 

I nostri neuroni impazziti hanno iniziato a girare vorticosamente e la povera Serena ancora non sa in cosa si è cacciata, ma inizia ad averne un'idea secondo me.

Prendete me, per esempio, non dovevo partecipare ed oggi mi sparo 2 ricette :-) e ho altre cartucce ancora da sparare.

Entrambe con la farina di castagne e per entrambe ho preso spunto dalle mie tradizioni campane.

Iniziamo da primo.

Scialatielli di castagne con finta genovese di cipolle rosse e sidro

 

More...

Early autumn cornish pasties

11. ottobre 2013 12:37 | Stampa

Jamie Oliver dice che questi pasticci garantiscono un sorriso sulla tua faccia.....non potrei essere più d'accordo.

La prima volta che ho assaggiato i cornish pasties è stato qui a Bath. Forse proprio il giorno che sono arrivata. Me li aveva comprati mio marito in un negozietto sotto la stazione di Bristol, mentre veniva a prendermi all'aeroporto.

Poi ne ho mangiati ancora qui, ma la volta che li ho mangiati davvero è stato in Cornovaglia...sono un' altra cosa, lì sono divini!!!

Se vi trovate da quelle parti non mancate una visitina da Pengenna Pasties, sono i migliori in assoluto. Potrete inoltre vedere con i vostri occhi come vengono fatti, visto che vengono sfornati in continuazione e le cucine e i forni sono a vista. Il locale è sempre affollato, quindi avrete sempre qualche minuto per curiosare.

Pengenna Pasties a Tintagel

 

Cornish Pasties di Pengenna

 

More...

Risotto alla crema di zucca e mazzancolle

9. novembre 2012 14:32 | Stampa

Ultima, lo giuro, ricetta con la zucca....per questa settimana Tongue out

La più bella l'ho lasciata per ultima...

 

Quando ho visto quella zucca al banco ortofrutticolo del supermercato ho pensato che era troppo bella per non metterci un risotto dentro e quindi...

Ingredienti per 4 persone:

600 gr di polpa di zucca

320 gr di riso Carnaroli

una cipolla ramata piccola

500 gr di mazzancolle

uno spicchio d'aglio

una foglia d'alloro

pepe bianco in grani

olio evo

vino bianco

prezzemolo

sale e pepe

More...

La settimana della zucca

5. novembre 2012 12:58 | Stampa

Questo è un periodaccio per me! 

Dopo la partenza del mio garcon questo fine settimana, tra valigie, prenotazioni, strazianti arrivederci e videochiamate su skype (santo subito), il nostro espatrio si fa sempre più imminente e presto dovrò impacchettare tutta la mia attrezzatura, mettendo il blog in ferie forzate e indefinite.

Non è che finora sia stata molto presente, nè qui, nè sui blog che sono solita visitare...mi dispiace e mi scuso, ma so che capirete.

Cercherò di mantenere questo blog attivo il più possibile per quanto riguarda la pubblicazione dei post, anche se nel frattempo continuo a cucinare....in qualche modo Wink.

In questo periodo mi si sono accumulate varie ricette con la zucca, ingrediente che non manca mai a casa mia in questo periodo. Quindi ho pensato di pubblicare tutte le ricette questa settimana, una sorta di full immersion, un approfondimento solo sulla zucca.

Che dite? Interessante o troppo monotematico?

Iniziamo dall'antipasto...così assolvo anche a un impegno che rimando da troppo tempo.

La ricetta non è mia ma è di Mery, la mia compagna di Dai, ci scambiamo una ricetta? ed è davvero deliziosa.

Per la ricetta originale potete andare qui 

Di seguito trovate la mia con qualche piccola variazione...

 

 

More...

Risotto alla zucca di Allan Bay

2. dicembre 2011 11:47 | Stampa

Ammetto che non conoscevo Allan Bay, prima di imbattermi in questo post di Cristina. Ovviamente la curiosità mi ha spinto a fare una ricerca sui suoi libri e ho scoperto che scrive quanto Ken Follett quando c'ha la vena creativa e ora sarò costretta ad acquistarne almeno un paio, considerato il mio periodo di shopping on line ossessivo compulsivo.

Ma non vorrei uscire fuori tema e soprattutto non vorrei sbilanciarmi, visto che a volte mio marito legge i miei post e potrebbe disabilitarmi la carta di credito (...e da un pò che minaccia di farlo).

Una delle cose più gratificanti che deriva dalla gestione di un blog è quello che impari senza fare corsi, senza pagare cifre astronomiche, basta solo mettersi in ascolto ed essere il più ricettivi possibile e così da 3 mesi circa a questa parte ho conosciuto persone strepitose, con grandi capacità tecniche e fantasia ed ho scoperto cose che prima neanche immaginavo e questo soprattutto grazie alle idee di alcune di queste persone di cui parlavo prima.

Quindi oggi ho scoperto Allan Bay, grazie a Cristina, e ho scoperto il suo metodo per fare il risotto, ma direi soprattutto il brodo vegetale. E' stata una rivelazione dall'intenso profumo che è arrivato fin giù al portone di casa, tant'è che mio marito è tornato a casa da lavoro annusando come un cane da tartufo e dicendo a sè stesso "fa che venga da casa mia, fa che venga da casa mia".

More...

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Anch'io sono

 

Convertitore cups/grammi

Le ceramiche utilizzate in questo blog sono una produzione artigianale "I Cocci" www.icocci.org

 

I consigli della nutrizionista

Ricette per mese