Millionaire's shortbread kisses

24. febbraio 2015 16:29 | Stampa

Ok! Non sono ancora scappata con un milionario scozzese.

Né ho di queste aspirazioni.

E' solo che da quando vivo qui, ho scoperto che gli shortbreads sono sicuramente tra i biscotti che preferisco e i millionaire's shortbread sono quanto di piú peccaminoso ed irresistibile si possa immaginare.

Uno strato di shortbread, uno di crema al caramello ricoperti di cioccolato.....una tentazione unica per me!

Non so perché, ma quando ho letto il post di Annarita e ho scoperto la ricetta dell'MTC di questo mese, ho pensato subito che nel mio bacio ci avrei messo un millionaire's shortbread.

Ho avuto anche altre idee, che un giorno forse realizzeró, ma per ora Annarita puó star tranquilla che da me avrá solo questa proposta.

Purtroppo il mese di febbraio é stato molto impegnativo su vari fronti. Anche i bambini con l'influenza. 

Ho rischiato seriamente di misurare la febbre al cioccolato e fare il temperaggio ai bambini. 

Ma, per fortuna, ogni termomentro é stato messo nel posto giusto....questa volta.

More...

Pancakes al cacao con sciroppo d'acero e lamponi

23. febbraio 2015 15:54 | Stampa

Il mese di febbraio é passato in un lampo tra impegni vari, influenze, qualche occasione di lavoro e nuovi progetti.

Eh sí! il 2015 é arrivato e, come la nostra tradizione familiare (mia e di Stefano, mio marito) insegna, é tempo di grandi cambiamenti.

La nostra storia dimostra che abbiamo un ciclo di tre anni per i cambiamenti importanti.

L'ultimo é stato il nostro trasferimento in Inghilterra alla fine del 2012. Andando a ritroso abbiamo il nostro matrimonio e il ritorno a Napoli nel 2009, il trasferimento a Roma e l'inizio della nostra convivenza nel 2006 e nel 2003 ci siamo conosciuti.

E quindi, nulla....aspettiamo gli eventi e ci preprariamo ma nel frattempo febbraio é quasi finito ed io non ho ancora postato la ricetta di Sarah, la recipetionist del mese che ha preso il mio posto il mese scorso.

Il 17 febbraio era Carnevale in Italia, ma qui in UK era il Pancake Day, un giorno intero in cui mangiare quintali di pancakes. Tutti i supermercati si attrezzano e tutto l'occorrente per prepararli viene venduto a prezzi scontati ed io mi sono accaparrata una bella scorta di purissimo sciroppo d'acero canadese.

E visto che il blog di Sarah, neanche a farlo apposta, si chiama Pancakes a colazione, quale migliore occasione per provare i suoi pancakes al cacao.

More...

Canederli ai gamberi e coriandolo su crema di fagioli viola

27. gennaio 2015 18:19 | Stampa

Da quando viviamo qui in UK ho notato una cosa.

I rapporti sono molto piú forti, soprattutto tra espatriati.

La lontananza dalla famiglia ti spinge ad avvicinarti molto a chi vive la tua stessa situazione e se ci sono bambini i rapporti sono ancora piú stretti.

Si cerca di vedersi piú spesso possibile, ci si aiuta a vicenda proprio come una famiglia.

Un anno fa, per caso, ho scoperto un playgroup per bambini, qui non é una novitá, ce ne sono a centinaia.

Gruppi organizzati per far stare insieme i bambini e per dare una possibilitá ai genitori di fare due chiacchiere bevendo l'immancabile té. Di solito sono organizzati nelle chiese e sono gratutiti. 

Ma questo era particolare. 

Si chiama Bath bambini's ed é organizzato da italiani per famiglie italiane o con discendenze italiane o semplicemente simpatizzanti della cultura italiana.

Da un anno abbiamo un sacco di amici!

In particolar modo ho legato con Simona. Sua figlia Emma ha quasi la stessa etá di Giulia e vanno abbastanza d'accordo, per cui cerchiamo di vederci almeno una volta a settimana cosí le bambine giocano e noi facciamo due chiacchiere. Ho un'amica vera!

Dopo le vacanze di Natale la mia amica Simona mi ha portato un sacchetto di fagioli bellissimi, viola! 

Nemmeno lei sa come si chiamano ma li hanno raccolti dal loro orto in Trentino ed ha avuto il pensiero di portarmeli.

Oltre ad essere bellissimi e grandissimi, hanno un sapore molto intenso, davvero squisiti.

Cosí ho deciso di farle onore utilizzandoli per questi canederli, diaciamo cosí, mari e monti.

 

Ingredienti:

Dalla ricetta di Monica

150 g di pane raffermo

100 ml di latte

1 uovo

6 o 7 gamberi

un ciuffo di coriandolo fresco

sale

pepe malagueta

Per il brodo

le teste dei gamberi

i gambi del coriandolo

una cipolla piccola

una foglia di alloro

una costa piccola di sedano

una carota piccola

una manciata di grani di pepe

1,5 l di acqua

Per i fagioli

100 g di fagioli viola (o cannellini)

uno spicchio d'aglio

un cucchiaino di sale 

 

Per prima cosa preparare i fagioli metterli a bagno almeno 24 ore prima.

Per il brodo di gamberi. Mettete le verdure, le spezie e le teste dei gamberi in una pentola, versate l'acqua e lasciate cuocere a fuoco medio per circa un'ora. Una volta cotta filtrate con un colino a maglie strette ricoperto da una garza.

Riprendete i fagioli, scolateli, passateli sotto l'acqua corrente e metteteli in pentola a pressione ricoperti da un apio di dita d'acqua, lasciate cuocere per 8-9 minuti dal fischio.

Nel frattempo fate soffriggere uno spicchio d'aglio con un filo d'olio d'oliva versateci i fagioli con un mestolo di brodo dei gamberi e lasciate cuocere per altri 10 minuti. Aggiustate di sale e quindi frullate aggiungendo del brodo di gamberi fino ad ottenere la consistenza desiderata.

 

 

Preparate i canederli. Tagliate il pane a cubetti di massimo 1 cm per lato, mettetelo in una ciotola e versateci il latte e l'uovo leggermenti mescolati ed a temperatura ambiente.

Lasciate riposare 20 minuti mescolando di tanto in tanto.

Tritate i gamberi sgusciati a coltello grossolanamente ed uniteli al composto di pane insieme con sale, pepe e coriandolo tritato.

Iniziate ad impastare velocemente con le mani, poi unite la farina cercando di compattare bene l'impasto con le mani. Formate delle palline di circa 4 cm di diametro.

Cuocete per 5 minuti nel brodo di gamberi che sobbolle e servite con la crema di fagioli.

 

 

 

 Con questa ricetta partecipo all'MTC del mese di gennaio 

gli sfidanti

 

Canederli alle scorze di parmigiano in brodo di agnello

21. gennaio 2015 16:49 | Stampa

Buon anno!!!

Si lo so che siamo a fine gennaio, ma ecco, questo é comunque il primo post dell'anno e quindi....

Il mio anno inizia con l'MTC. Anche se la mia vita ormai sta prendendo le distanze da questo blog, distanze che si allargano sempre di piú, l'MTC é l'appuntamento a cui non riesco proprio a rinunciare.

Soprattutto questo mese non potevo perdermi l'occasione di provare una ricetta mai fatta né tanto meno assaggiata.

Ho sempre sentito parlare dei canederli ma la cucina del "Norde" mi é sconosciuta visto che la mia cucina ormai é "british-terrona" (tanto anche qui vivo al Sud, per cui sempre terrona sono).

Cosí, grazie a Monica, la vincitrice di questo mese, ho avuto quest'occasione ed eccomi qui.

Una ricetta di recupero, una ricetta povera, di casa, amo le ricette cosí.

Della ricetta di Monica ho cambiato poco, li ho lasciati al formaggio prediligendo formaggi locali.

Pensando all'idea di recuperare il pane raffermo ho pensato subito ad un'altra cosa che a casa che a casa mia non si butta MAI, le scorze di parmigiano.

Di solito le metto nelle zuppe, nel minestrone, nella pasta e patate, preparazioni a fuoco lento, che hanno il tempo per ammorbidirle ma stavolta questo tempo non c'era per cui ho pensato di tenerle in ammollo per un pó nel latte che poi avrei usato per i canederli in modo che anche quello si insaporisse.

Il pane l'ho fatto in casa perché volevo che si armonizzasse anche quello con il resto della ricetta per cui ho scelto di aromattizzarlo al miele e rosmarino, un'accoppiata sempre vincente con i formaggi.

Per il brodo ho scelto un sapore deciso ma non troppo pesante, dal gusto inusuale, ma non per me. Faccio spesso il brodo di agnello, lo uso al posto di quello di pollo che proprio non mi piace, ed ho utilizzato un piccolo stinco.

More...

Un muffin per Natale

25. novembre 2014 12:57 | Stampa

Natale é sicuramente la mia festa preferita! Quella che aspetto con piú ansia.

E' sempre stato cosí anche da piccola, quando avrei voluto la mia famiglia riunita almeno per un giorno.

I miei genitori si separarono che avevo 3 anni o giú di lí e non ricordo una sola mattina di Natale passata tutti insieme a scartare regali; é sempre stata una festa doppia, come per tutte le feste della mia infanzia, festeggiate prima con mamma e poi con papá.

E adesso, che ho una mia famiglia per cui quei ricordi che non ho da bambina li sto creando in veste di genitore, lo é ancora di piú.

Per cui, quando si é trattato di dover scegliere l'opera letteraria per il mio secondo muffin, non ho avuto dubbi.

Immaginate una stanza, una camera da letto, di quelle antiche, dai soffitti altissimi.

E' mattina ma le tende sono ancora tirate dopo la nottata.

Di sottofondo si sente musica di zampognari.

Una donna entra nella stanza ed apre le tende facendo entrare una flebile luce, rimbocca le coperte a qualcuno e poi.......

- Lucarié, Lucarié scetate, songh 'e nnove!

E' l'inizio di una delle mie commedie preferite di Eduardo De Filippo, forse la piú famosa, Natale in casa Cupiello.

Il protagonista della commedia é Luca Cupiello, interpretato da Eduardo De Filippo, un uomo che vive di illusioni sulla famiglia perfetta e unita, metaforicamente rappresentato dal presepe da cui é ossessionato, e non si accorge dei piccoli drammi che lo circondano e che vivono i membri della sua famiglia.

La figlia Ninuccia, interpretata da una giovanissima Lina Sastri, stanca del proprio matrimonio infelice vive una relazione extra-coniugale con Vittorio, un amico del fratello Tommasino, detto Nennillo ed interpretato da Luca De Filippo, che per sbarcare il lunario compie piccoli furti.

E' la moglie Concetta, una stupenda Pupella Maggio, il vero capofamiglia, quella che cerca di sistemare le situazioni nella grande assenza del marito.

Ma presto Luca scoprirá la veritá e questa scoperta sará per lui fatale e fino alla sua morte sará ancora vittima di allucinazioni che continueranno a tenerlo lontano dalla realtá fino alla fine quando chiederá per l'ennesima volta al figlio Tommasino "te piace 'o presepio?" e lui gli risponderá di sí, mentendo.

More...


Powered by BlogEngine.NET

Anch'io sono

 

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Convertitore cups/grammi