Canederli ai gamberi e coriandolo su crema di fagioli viola

27. gennaio 2015 18:19 | Stampa

Da quando viviamo qui in UK ho notato una cosa.

I rapporti sono molto piú forti, soprattutto tra espatriati.

La lontananza dalla famiglia ti spinge ad avvicinarti molto a chi vive la tua stessa situazione e se ci sono bambini i rapporti sono ancora piú stretti.

Si cerca di vedersi piú spesso possibile, ci si aiuta a vicenda proprio come una famiglia.

Un anno fa, per caso, ho scoperto un playgroup per bambini, qui non é una novitá, ce ne sono a centinaia.

Gruppi organizzati per far stare insieme i bambini e per dare una possibilitá ai genitori di fare due chiacchiere bevendo l'immancabile té. Di solito sono organizzati nelle chiese e sono gratutiti. 

Ma questo era particolare. 

Si chiama Bath bambini's ed é organizzato da italiani per famiglie italiane o con discendenze italiane o semplicemente simpatizzanti della cultura italiana.

Da un anno abbiamo un sacco di amici!

In particolar modo ho legato con Simona. Sua figlia Emma ha quasi la stessa etá di Giulia e vanno abbastanza d'accordo, per cui cerchiamo di vederci almeno una volta a settimana cosí le bambine giocano e noi facciamo due chiacchiere. Ho un'amica vera!

Dopo le vacanze di Natale la mia amica Simona mi ha portato un sacchetto di fagioli bellissimi, viola! 

Nemmeno lei sa come si chiamano ma li hanno raccolti dal loro orto in Trentino ed ha avuto il pensiero di portarmeli.

Oltre ad essere bellissimi e grandissimi, hanno un sapore molto intenso, davvero squisiti.

Cosí ho deciso di farle onore utilizzandoli per questi canederli, diaciamo cosí, mari e monti.

 

Ingredienti:

Dalla ricetta di Monica

150 g di pane raffermo

100 ml di latte

1 uovo

6 o 7 gamberi

un ciuffo di coriandolo fresco

sale

pepe malagueta

Per il brodo

le teste dei gamberi

i gambi del coriandolo

una cipolla piccola

una foglia di alloro

una costa piccola di sedano

una carota piccola

una manciata di grani di pepe

1,5 l di acqua

Per i fagioli

100 g di fagioli viola (o cannellini)

uno spicchio d'aglio

un cucchiaino di sale 

 

Per prima cosa preparare i fagioli metterli a bagno almeno 24 ore prima.

Per il brodo di gamberi. Mettete le verdure, le spezie e le teste dei gamberi in una pentola, versate l'acqua e lasciate cuocere a fuoco medio per circa un'ora. Una volta cotta filtrate con un colino a maglie strette ricoperto da una garza.

Riprendete i fagioli, scolateli, passateli sotto l'acqua corrente e metteteli in pentola a pressione ricoperti da un apio di dita d'acqua, lasciate cuocere per 8-9 minuti dal fischio.

Nel frattempo fate soffriggere uno spicchio d'aglio con un filo d'olio d'oliva versateci i fagioli con un mestolo di brodo dei gamberi e lasciate cuocere per altri 10 minuti. Aggiustate di sale e quindi frullate aggiungendo del brodo di gamberi fino ad ottenere la consistenza desiderata.

 

 

Preparate i canederli. Tagliate il pane a cubetti di massimo 1 cm per lato, mettetelo in una ciotola e versateci il latte e l'uovo leggermenti mescolati ed a temperatura ambiente.

Lasciate riposare 20 minuti mescolando di tanto in tanto.

Tritate i gamberi sgusciati a coltello grossolanamente ed uniteli al composto di pane insieme con sale, pepe e coriandolo tritato.

Iniziate ad impastare velocemente con le mani, poi unite la farina cercando di compattare bene l'impasto con le mani. Formate delle palline di circa 4 cm di diametro.

Cuocete per 5 minuti nel brodo di gamberi che sobbolle e servite con la crema di fagioli.

 

 

 

 Con questa ricetta partecipo all'MTC del mese di gennaio 

gli sfidanti

 

Meia Desfeita di Mai

25. settembre 2013 16:08 | Stampa

Arrivo all'ultimo giorno ma arrivo. 

Ho conosciuto Mai grazie all'MTC e la sua cucina quando ha vinto proponendoci la fideuà. Una ricetta catalana, come lei, che non conoscevo e che ho amato subito.

Ho subito cercato un'altra ricetta catalana ma alla fine sono approdata su questa portoghese, buonissima, semplice, veloce....in una parola IDEALE! Almeno per me in questo periodo.

 

 

Della ricetta originale ho solo sostituito il baccalà con il merluzzo affumicato, per il resto non ho cambiato nulla.

 

More...

Acarajè, quando il cibo è sacro

20. giugno 2012 14:41 | Stampa

Vi ho già parlato del mio viaggio in Brasile qui.

Dire che mi è rimasto nel cuore è riduttivo. Il Brasile ha cambiato molto il mio modo di vedere e vivere le cose, soprattutto tornando al discorso che facevo nel mio post precedente.

Spiegare a parole i motivi per cui questo paese mi è rimasto nel cuore è troppo difficile per me, quindi lascerò parlare le immagini....

Poter vedere Rio de Janeiro dal Pan di Zucchero è un privilegio che non dimenticherò mai

Eppure prima di partire sai che il Cristo Redentore, che sembra abbracciare l'intera città dall'alto, è una delle 7 meraviglie del mondo moderno. Quello che non sai è che la vera meraviglia è quando da lì ti affacci sulla Baia di Guanabara.

More...

Budino salato dai sapori antichi

15. maggio 2012 11:33 | Stampa

Non pensavo che avrei mai preparato un budino salato perchè è una preparazione che associo comunque al dolce. E invece ho dovuto ricredermi...non solo è semplice e veloce da fare, ma è anche versatile e si presta a mille interpretazioni.

Ormai lo sapete che quando inizio un post con frasi tipo "non ho mai..." oppure "è la prima volta che..." in genere si tratta della ricetta per l'MT Challenge....e infatti!

Francesca, ha stravinto quella che passerà alla storia come la tornata che ha visto più ricette in gara, se non erro 202, e si è trovata in un attimo a confrontarsi con una gran bella responsabilità.

Ma se l'è cavata alla grande. E dopo i primi momenti di smarrimento, tutti gli MTC addicted si stanno lasciando conquistare dal budino salato, questo sconosciuto!

Me compresa, e ho affrontato la sfida alla mia maniera, mettendo nel mio budino tutta quella Campania un pò dimenticata o poco conosciuta e costituita dall'incontro di due ingredienti che insieme sono perfetti e sono le cicerchie e la colatura di alici di Cetara. 

 

Budini salati di cicerchie e colatura di alici di Cetara con salvia impanata e fritta

More...

Bicchierini di primavera

12. marzo 2012 15:11 | Stampa

Sentite anche voi quest'area di primavera?

Le giornate si allungano, iniziano a spuntare i primi germogli, cambiano i colori che ci stanno intorno e io mi sento più allegra, ho più voglia di stare all'aria aperta....succede anche a voi?

In tema perfettamente primaverile ho preparato questi bicchierini, adatti per un buffet colorato e allegro.

 

More...

L'immagine può contenere: sMS

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Anch'io sono

 

Convertitore cups/grammi

Le ceramiche utilizzate in questo blog sono una produzione artigianale "I Cocci" www.icocci.org

 

I consigli della nutrizionista

Ricette per mese