Jack Daniel's Tennessee honey glazed poached eggs on Bath Buns

14. ottobre 2013 11:33 | Stampa

Che titolone.....non spaventatevi! O meglio spaventatevi, si tratta del consueto appuntamento con l'MTC che questo mese, con Roberta, ci porta in America e, anche se non è molto educato, a ora di colazione.

Immaginiamoci per un attimo in cucina. Non la vostra. Una di quelle americane, enormi, con l'isola al centro e tanti elettrodomestici.

La finestra sul lavello che dà nel giardino di dietro illumina l'interno e i fianchi di una donna in vestaglia intenta a sbattere le uova. E' mattina presto ma dev'essere un giorno di festa perchè è uno di quei giorni senza fretta.

L'unico rumore che si sente, oltre al canto degli uccellini, è il bacon che sfrigola in padella. Tra poco saranno tutti svegli e la colazione dovrà essere pronta. Si riuniranno tutti a tavola e chiacchiereranno con calma dei programmi della giornata, gustando una lauta colazione all'americana.

E' questo il tema del mese e la ricetta è  uova alla Benedict. Ed è questo il quadretto a cui mi sono ispirata pensando alla mia colazione. 

Non ci sono mai stata negli Stati Uniti, tutto quello che so viene dai numerosi film e telefilm che vi vengono girati. Quindi ho preferito ispirarmi ad un ambiente domestico più che alla colazione da ristorante.

Della ricetta originale rimane ben poco nelle mie uova ma nel complesso ci è piaciuto tutto moltissimo.

Il pane su cui viene servito l'uovo non è più un English muffin, ma è solo english ed è un Bath Bun, una sorta di brioche con frutta secca che viene servito nella mia nuova citta, in genere all'ora del tè però.

La salsa non contiene uova, perchè mio marito non le ama ed è già stato difficile convincerlo a mangiare le uova in camicia a colazione e il matrimonio, si sà, è fatto di compromessi.

Questa l'abbiamo assaggiata in un pub che accompagnava un beef burger e ce ne siamo subito innamorati, proprio il giorno in cui è stata lanciata la sfida. Ho pensato fosse il destino, che male farà un pò di whiskey di prima mattina....

Per non appesantire il tutto ho accompagnato con una macedonia di frutta fresca e di stagione.

Per la bevanda, la prima cosa che mi è venuta in mente è quella specie di acqua sporca servita a litri che gli americani chiamano caffè. Ho subito allontanato questo pensiero e mi è venuto in mente Starbucks, il colosso americano del caffè. 

Diciamoci la verità, il caffè non è un granchè, ma hanno inventato una formula geniale che ti invoglia a cercarne uno ogni volta che si è all'estero. Un formula fatta di accoglienza, salottini e WiFi gratuita che ti fa dimenticare il sapore e il prezzo del caffè. A meno che non prendi qualche altra cosa. Per esempio io ADORO il Caramel macchiato, un latte schiumato alla vaniglia con espresso e salsa al caramello e questa è la mia bevanda.

Jack Daniel's Tennessee honey glazed poached eggs on Bath Buns

Con macedonia e Caramel macchiato 

  

More...

Mini scotch eggs e Jamie's italian

4. marzo 2013 16:35 | Stampa

Se c'è una cosa che non faccio MAI è andare a mangiare al ristorante italiano quando sono all'estero.

Lo evito sempre quando sono in vacanza e avevo intenzione di fare lo stesso ora che vivo qui.

Le ragioni sono sempre le stesse. Il rischio di rimanere delusi o nauseati è altissimo.

Inoltre a casa mia si mangia una discreta cucina italiana per cui non ne vedo l'esigenza.

Il fatto è che anche il miglior chef italiano che possieda un ristorante all'estero deve piegarsi alla legge del mercato, per cui la cucina finirà necessariamente per subire una forzatura, al fine di incontrare i gusti del luogo.

Io non ci sto a questa forzatura, per cui, semplicemente evito.

Infine mi piace scoprire cose nuove, le cose vecchie me le cucino da sola.

Ma non potevo non fare un'eccezione per Jamie Oliver.

Ero troppo curiosa di mangiare nel suo ristorante italiano a Bath e così ci sono andata.

Delusa?

NOOOOOOO!!!

E' questa la grande sorpresa per me....Mi è pure piaciuto!!!

Io comunque non la definirei cucina italiana. E' piuttosto la sua interpretazione della cucina italiana, figlia di uno studio attento e onesto. Reinventata utilizzando ingredienti sia italiani che inglesi, nel suo solito stile accattivante, originale e genuino.

Lui non c'è fisicamente ma si trova everywhere e ci tornerò, anche....eccome se ci torno!

Oggi invece vi propongo una ricetta british, di uno chef very british che non è Jamie ma Gordon Ramsey, dal suo libro Great British Pub Food, un libro molto interessante che sto scoprendo piano piano.

Io ho sostituito le uova con uova di quaglia, perciò mini, quindi ho dimezzato le dosi per circa 6 ovette

Mini scotch eggs

 

 

More...

Doppio crostino e qualcosa che mi manca - Double crostino

13. febbraio 2013 13:20 | Stampa

Mi piace sperimentare.

Amo provare cose nuove e ora lo sapete anche voi.

Ma ci sono cose che non ho più e che mi mancano.

Ormai lo sapete, sono una "donna di mare" ma il mercato ittico qui non è come il nostro.

Per carità il salmone scozzese è fantastico e il merluzzo davvero saporito ma quanto mi manca una semplice, succosa orata.

Ok. c'è anche qui, ma non ha lo stesso sapore....forse che le gelide acque del mare del nord non sono accoglienti e calde come quelle del nostro mare mediterraneo.

Fatto sta che quest'estate, al mio ritorno in Italia mangerò solo a base di pesce.

Per cui, voi che vi accingete ad accogliermi, sappiatelo!

Oggi doppia ricetta.

 

More...

American breakfast pancakes

28. settembre 2012 14:46 | Stampa

Questa è una di quella ricette che, quando vago per il mio archivio "da pubblicare", vedo e penso staiancorallà?, passo oltre e resta lì, nell'oblio....

Eccerto! Mi potesse rispondere mi direbbe che non si può mica pubblicare da sola....ma poi chissà perchè non l'ho fatto prima.

La ricetta, tra l'altro, è una di quelle di Nigella, quindi a colpo sicuro.

Le foto non sono il massimo, ma ho pubblicato di peggio ;-)

Chissà, forse ce ne sono troppe di ricette in rete di pancakes e quindi cercavo di pubblicare cose un pò più originali. Però oggi voglio farlo, tanto una più, una meno che importa....

Quanto sono profonda oggi...davvero, rileggendo mi sono annoiata da sola....

Capitano anche a voi le giornate un pò apatiche in cui il vostro umore è un pò così e non vi va di fare niente? 

Siete ancora lì?

Meglio che vi dò la ricetta, và....

 

More...

Flan al caprino e tartufo su crema di zucca

26. settembre 2012 13:33 | Stampa

Io non seguo gli oroscopi, mai!

Però amo il mio segno zodiacale. 

Per prima cosa è un segno d'acqua e questo mi ricorda il mio amato mare, poi credo sia l'unico segno zodiacale a cui sia stata dedicata una canzone....

"tutto quel che voglio, pensavo, è solamente amoreeeeeeeee".

Il segno zodiacale dei Pesci è rappresentato da due pesci che nuotano in direzioni opposte, questo perchè i pesci sono incapaci di fissare una direzione e sono facilmente influenzabili.

More...

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Anch'io sono

 

Convertitore cups/grammi

Le ceramiche utilizzate in questo blog sono una produzione artigianale "I Cocci" www.icocci.org

 

I consigli della nutrizionista

Ricette per mese