Fusilli integrali tiepidi ai peperoncini alla Rosario

23. July 2012 15:36 | Stampa

Da qualche anno ho imparato che se si ha voglia di fare qualcosa non si deve rimandare!

Il mio tempo, quello che ho per fare le cose che amo, quello che ho da passare con le persone che amo, non lo spreco più, lo divoro, è diventato ancora più prezioso.

A volte crediamo di avere tanto tempo e rimandiamo, ma poi scopriamo che non è così e che il tempo è finito.

Il mio modo di gestire il tempo è cambiato da quando è finito il mio tempo con mio padre. Senza preavviso, troppo presto e sul più bello. Lasciandomi una profonda tristezza insieme a tanta rabbia per il tempo sprecato e tanti ricordi.

Uno lo tengo in un cassetto che, per forza di cose, apro ogni giorno. E' una camicia dalla fantasia hawaiiana, una sua camicia, che un tempo odiavo e odiavo quando se la metteva perchè la trovo orribile. Lui l'adorava perchè era proprio come lui, solare e esagerata. Ora non potrei farne a meno, mi piace guardarla.

Un altro lo tengo sempre con me ma non lo guardo mai, so che è lì e mi dà sicurezza, ma non voglio vederlo perchè fa male ed è la sua ultima foto.

E poi ci sono i ricordi del tempo, poco, che passavo con lui. E qualche ricetta, perchè lui adorava cucinare e io adoravo cucinare con lui.

Questa ricetta è sua, non so se l'abbia presa da qualche rivista o sia partorita dalla sua testa, per quanto mi riguarda è sua. E per me significa estate, leggerezza, freschezza, vacanze.

La pasta va servita tiepida perchè mio padre non amava la pasta fredda, in nessun modo, quindi condimento freddo di frigorifero con pasta appena scolata al dente e va servita subito.

Ho pensato che la pasta integrale Benedetto Cavalieri fosse perfetta per questo piatto e l'ho provata abbinata a queste graziose ciotoline finger food di Atmosfera Italiana

More...

Spaghetti alla chitarra al pesto e lupini

3. July 2012 11:30 | Stampa

Ultimamente il blog langue un pochino.....fa caldo, la voglia di cucinare è pochissima e spesso preparo cose velocissime, talmente veloci che non riesco a fotografarle.

In queste settimane, inoltre, sono impegnata con i preparativi per il compleanno del mio garcon de cuisine, che è oggi, ma festeggiamo sabato prossimo. Quindi tutte le mie forze sono concentrate per questo e mi resta ben poco spazio per il resto.

Ma dalla settimana prossima riempirò il blog di finger food Laughing.

Oggi vi lascio un primo velocissimo e molto buono, dovrete spendere pochissimo tempo ai fornelli e, con questo caldo, non è male...

More...

Gigantoni con ragù di coccio

1. June 2012 11:52 | Stampa

Oggi sono un pò giù di tono.....quindi volevo condividere con voi il pensiero di un emiliano DOC in questo momento triste per ogni italiano. Lui è sempre capace di esprimere i suoi sentimenti in modo chiaro e forte e io non posso che condividerli, la maggior parte delle volte.

Le scosse del terremoto non sono solo fisiche.

La paura ti si piazza dentro e resti in balia degli eventi.

Non c’è nessuno che possa rassicurarti.

Si guarda allo storico, si cerca di fare un quadro ma alla fine diranno sempre che si tratta di un’anomalia e che non si può prevedere un bel niente.

Ci si sente piccolissimi.

Tutto diventa precario.

Ma soprattutto si soffre l’impotenza di proteggere i propri cari.

Quello del ’96 fu grosso (naturalmente non come questo) e aveva avuto come epicentro proprio Correggio e Novellara.

Fece alla mia cittadina più danni di questo.

Eppure il trauma è più forte stavolta.

La maggior parte di noi continua a dormire all’aperto.

Diversi altri hanno fatto le valigie e se ne sono andati lontani non si sa per quanto.

Ed è chiaro che tutto questo è niente rispetto a ciò che è successo a pochi chilometri da qui.

Avete visto tutti in tv, sul web, sui giornali.

C’è poco da aggiungere a quelle immagini.

Mi auguro che la protezione civile, lo Stato e le istituzioni stiano vicini alle persone più colpite, anche in un momento di crisi profonda come questo.

Nessuno si deve sentire solo né abbandonato.

Cercherò di fare qualcosa pure io anche se, come immaginerete, in questi giorni non è proprio facile.

Grazie a tutti quelli di voi che hanno fatto sentire la propria solidarietà ma ancora di più a quelli che aiuteranno anche solo con un piccolo pensiero.

Luciano Ligabue.

 E a proposito di solidarietà, di contribuire e di pensieri....vi ricordo il numero per donare 2€ alla protezione civile

More...

Linguine con scarola e colatura di alici di Cetara

17. May 2012 13:56 | Stampa

"Ma che fortuna che hai, tua figlia mangia tuuuuttoooo!

"Ah, magari anche mio figlio mangiasse come lei!"

Le ultime parole famose!

Io non sono superstiziosa, però.....insomma, sono napoletana no...un pò ce l'ho nel DNA.

A Napoli si dice: "Ponn cchiù l'oucchie ca e scuppettate" Cioè, l'invidia può far male più delle fucilate! Quanto sono vere queste parole?

Insomma, è circa un mese che mia figlia ha iniziato a non mangiare alcune cose, poi ha iniziato a rifiutare anche quello che prima le piaceva; infine, da qualche giorno, si nutrirebbe solo di biscotti e polpette e io inizio a dare segni di insofferenza. 

Sarà un periodo. Si, forse passerà....nel frattempo tra me e lei è guerra! Lei rifiuta tutto quello che le propongo ed io le tolgo i generi di conforto...per ora lei è in vantaggio però sto pensando di cambiare tattica. Se non mangia quello che le propongo io, allora non mangerà affatto.....non si lascerà morire di fame, spero.....

 

Ma passiamo alla ricetta che sennò mi infervoro di nuovo.....

Vi ho parlato già della colatura di alici qui: Oggi vi propongo un primo molto semplice e davvero delizioso.

 

 

More...

I miei spaghetti con le cozze

26. April 2012 14:20 | Stampa

Che bello quando capita un giorno di festa infrasettimanale, soprattutto se di mercoledì....spezza la settimana esattamente a metà ed è davvero rigenerante.

Noi lo abbiamo passato in casa, noi 3 da soli....sveglia tardi, grazie anche alla piccolina che ha dormito un pò di più e ci siamo presi tutto il tempo per spupazzarci la nostra piccola monella con cui passiamo ben poco tempo.

Lei è stra felice quando siamo tutti e tre a casa e non vorrebbe mai dormire, anche se è stanca morta, per non perdersi neanche un minuto.

E' in un età in cui inzia ad essere proprio divertente, impara nuove cose e non perde occasione per mostrarcele. Ora ha imparato le parti del corpo e le indica, fa solo confusione fra gli occhi e i capelli, ma fa niente. Non vedo l'ora che inizi a parlare.

Per quanto riguarda la ricetta, si tratta di un piatto semplicissimo che però io adoro!

Specie in questo periodo, quando le cozze sono più buone. Dalle mie parti si dice che le cozze si mangiano durante i mesi senza la R, e anche se aprile ce l'ha, iniziano già ad essere saporite.

 

More...


Powered by BlogEngine.NET

Anch'io sono

 

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Convertitore cups/grammi