Filetti di persico con salsa della passione

3. February 2012 16:40 | Stampa

Vi ho già parlato del mio bellissimo viaggio in Brasile e di quanto si mangiasse bene...purtroppo mi sentirete spesso parlare di questo splendido paese perchè ho intenzione di condividere con voi molte delle meraviglie mangiate durante la mia vacanza.

Oggi vi parlerò di un posto poco conosciuto, sicuramente non molto turistico. Si tratta di Barreirinhas, un piccolo paese di pescatori nel nord-est del Brasile ( per me la parte più bella e interessante da visitare) che si affaccia sul fiume Preguicas.

Barreirinhas è il punto di approdo per i turisti che hanno voglia di visitare i Lençois Maranhenses, un area protetta dal paesaggio davvero incredibile....si tratta di circa 300 km di dune di sabbia bianchissima, il cui aspetto cambia al passaggio del vento e con la stagione delle pioggie si alterna a pozze di acqua piovana limpidissima, dove è possibile fare il bagno. 

Per raggiungere Barreirinhas sono necessarie 5 ore e mezzo di viaggio in autobus e la strada, credetemi, non è delle migliori, ancora adesso se ci penso mi vengono i brividi, tra l'altro io ero reduce da un'intossicazione da olio di dende presa a Salvador de Bahia, ma lo rifarei anche domani (compresa l'intossicazione, nessuno riuscirebbe a tenermi lontana da una bella moqueqa fumante).

Le emozioni che mi ha dato quel piccolissimo paesino di pescatori sperduto nel deserto le porto sempre con me, insieme alle immagini dei bambini che giocavano con una ruota di bicicletta fuori le loro case di fango col tetto di paglia e che correvano dietro la nostra Toyota Bandeirante solo per salutarci. Lì ho passato i 5 giorni più belli e pieni della mia vita da viaggiatrice, non li dimenticherò mai.

E lì ho assaggiato un piatto davvero meraviglioso, dal sapore esotico adattissimo per San Valentino perchè si tratta di un filetto di pesce con salsa al maracuja, nonchè frutto della passione.

Questa è la foto scattata a Barreirinhas, è terribile perchè scattata con il telefonino però il piatto era buonissimo.

Io ho voluto riprenderlo, anche se con le difficoltà dovute alla differenza di latitudine, a modo mio....

More...

Filetti di orata al tartufo su vellutata di porri

24. January 2012 10:13 | Stampa

Dopo la ricetta di ieri, è il caso di ritornare nei ranghi....ma mangiare leggero non vuol dire mangiare male.

A volte basta la presentazione a rendere un piatto più invitante anche se semplice e leggero, oppure l'aggiunta di un aroma particolare che trasforma un banale filetto di orata in un grande piatto.

More...

Filetti di orata in crosta di patate e crema di cipollotti

30. December 2011 13:46 | Stampa

Penultimo giorno del 2011 e, come al solito, è tempo di tirare le somme....come è andato quest'anno? Rimorsi? Rimpianti? Vittorie? Soddisfazioni? 

In genere gli anni dispari sono i miei anni fortunati (tranne il 2007, che è stato da incubo!)....era dispari l'anno in cui sono nata, in cui mi sono laureata, in cui mi sono sposata e quest'anno, tutto sommato, non mi ha deluso.

Ho festeggiato il primo compleanno di mia figlia, un nuovo lavoro, ho aperto questo blog! Se mi guardo indietro non ci sono cose che non sono riuscita a fare, anche perchè ho smesso con i buoni propositi....servono solo a farti venire la depressione in questi giorni.

Per cui, oltre ai miei più affettuosi auguri, vi lascio proprio questo consiglio.

Vivete il 2012 pienamente e come viene, con l'unico proposito di non fare la lista dei buoni proposito del 2012, tanto non serve Wink.

Ma ora torno al cenone di Capodanno. Domani sera non dovrò cucinare, ho solo il compito di preparare lenticchie e cotechino, che quest'anno saranno un pò meno tradizionali, grazie anche queste fervide menti, ho deciso che saranno dei cestini di lenticchie con mousse di cotechino (poi vi farò sapere come sono venuti).

In più preparerò dei tartufi di panettone (anche di questi seguirà la ricetta) e mi faranno sapere se dovrò preparare gli gnocchi o gli scialatielli.

Nel frattempo però vi propongo un secondo davvero buono e semplice di pesce, of course.

 More...

Baccalà alla livornese (r)evolution

18. November 2011 13:17 | Stampa

Adoro il pesce.....mi piace cucinarlo, mi piace mangiarlo, mi piace il folklore tutto napoletano dei pescivendoli che vendono la propria merce, folklore che cresce in maniera esponenziale nel periodo natalizio, quando la notte prima della Vigilia di Natale e Capodanno le pescherie restano aperte tutta la notte. E lo sapete chi è il re delle tavole napoletane in questo periodo?.....Il Baccalà!

A Napoli è tradizione fare il digiuno a pranzo della Vigilia di Natale, per prepararsi alla lunga cena; ma si tratta pur sempre di Napoli per cui il digiuno comprende pizza di scarole e baccalà fritto, tanto per stare leggeri!

Inoltre credo che i napoletani siano i maggiori consumatori di baccalà in Italia. Il pezzo più richiesto è il mussillo che è la parte del dorso del merluzzo, mentre quello più pregiato è detto coroniello, che invece è il pezzo della pancia dello stoccafisso però.

Ebbene, da brava napoletana, amante della cucina di mare, il baccalà....nun m' piace! E non l'ho mai mangiato, neanche a Natale, nonostante io ami molto le tradizioni, specialmente quando si tratta di mangiare.

Dove non sono arrivate le tradizioni, incredibilmente, è arrivato l'MTC, ed io non solo l'ho cucinato il baccalà, me lo sono pure mangiato Yell.

Ma l'esito di questo incontro ravvicinato del terzo tipo ve lo svelerò alla fine del post. Ora parliamo della ricetta di questo mese che ha visto come vincitrice Cristina, che nel suo bellissimo post descrive vita, morte e miracoli del Baccalà alla Livornese, meglio di un libro di storia.

Come dicevo, non mi piace il baccalà, ma questo gioco perverso ti entra nella mente e tu non vedi più le cose con lucidità e sei costretta a cucinare, perchè l'importante è mettersi in gioco, soprattutto affrontando le proprie debolezze e quindi.....

In principio era il Baccalà alla Livornese.....

More...

Alici marinate

6. October 2011 18:36 | Stampa

 Oggi è stato il mio primo giorno di lavoro nella nuova azienda, ma se vi stata già strappando i capelli, fermatevi! Non si tratta di niente di eccitante, lavoro sempre per una società di consulenza informatica, però è un'altra. Quindi si tratta solo di un cambio maglia...tra l'altro anche i colleghi sono gli stessi (anche il maritino, che non ce la faceva più a non stare con me 24 ore su 24, parole sue, giuro).

Inoltre oggi è anche il 32° anniversario di matrimonio dei miei suoceri (Auguriiii!!!) e ho appena messo in freezer la torta ricotta e pere (prossimamente su questi schermi) con le mie bellissime decorazioni in cioccolato plastico *_*.

Quindi mi sento un pò spossata....però non potevo lasciarvi senza una bella ricetta, anche se stavolta restiamo sul semplice e sul classico: alici marinate! More...


Powered by BlogEngine.NET

Anch'io sono

 

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Convertitore cups/grammi