Tre numero perfetto: salsiccia, friarielli e provola

1. December 2011 12:38 | Stampa

Oggi mi sento tradizionalista e vorrei parlarvi di un piatto che definire classico, dalle mie parti, è un eufemismo. 

Perchè noi salsicce e friarielli li mettiamo sulla pizza, nella pizza, sulla pasta....ovunque. 

Ma cosa sono davvero i friarielli? Qualcuno li chiama broccoletti, qualcuno li chiama cime di rapa....ma io vi dirò che sono friarielli e basta!

Sono sicuramente infiorescenze poco sviluppate delle cime di rapa ma la particolarità sta nella preparazione, infatti vengono fritti direttamente e non richiedono una precedente lessatura....e da qui il nome.

A questo proposito, un'altra precisazione, non valgono tutti i nomi che spesso si sentono in giro come "friggitelli", "friggiarelli" o altre oscenità. Si chiamano "friarielli", è un nome dialettale che deriva dal verbo frijere che vuol dire friggere, appunto.

Non esiste una traduzione, per questo vi dicevo che sono friarielli e basta.

Ci sono parole napoletane che non possono essere tradotte in italiano perchè sono intraducibili. E' un pò come quando vivevo a Roma e mi chiedevano di tradurre il termine "cazzimma".....e non si può!

L'unico modo è:

- che cos'è la cazzimma?

- Non te lo dico, è questa la cazzimma!

 

La compagna ideale dei friarielli è la salsiccia, ovviamente! Ma io qui ho aggiunto un terzo elemento che secondo me rende il tutto perfetto....LA PROVOLA! In questo caso provola affumicata di Agerola.

Inoltre ho voluto dare una forma e in questo modo può essere utilizzato anche come un finger un pò sostanzioso, ma buonissimo.

Ingredienti per 2 persone:

4 fasci di friarielli (è il minimo)

2 salsicce di maiale (in questo caso sono con la provola)

100 gr di provola affumicata di Agerola

aglio

peperoncino

sale

olio evo

Parmigiano grattugiato

Vino bianco

Preparazione:

Pulite i friarielli eliminando le foglie più grandi e ingiallite eliminando i gambi (in napoletano, "turzi") e lavateli in abbondante acqua.

In una padella capiente fate soffriggere l'aglio e il peperoncino in abbondante olio, e quindi asciugate i friarielli e versateli nella padella. Aggiungete il sale e coprite per far in modo che la verdura rilasci la sua acqua.

Lasciate cuocere finchè non saranno morbidi.

Nel frattempo cuocete a parte le salsicce in una padella antiaderente, io le faccio senza olio perchè sono già abbastanza grasse e mi pare eccessivo aggiuggerne ancora.

Una volta rosolate da tutti i lati, aggiungere un pò di vino bianco e fatelo evaporare, coprite e lasciate cuocere.

Finite la cottura delle salsicce insieme ai friarielli per 5 minuti.

Per la composizione finale, tagliate grossolanamente le salsiccie a tocchetti, in un coppapasta mettete prima uno strato di friarielli, poi uno di salsicce a tocchetti e infine coprite con la provola tagliata a dadini. 

Metteteli sotto il grill per non più di 5 minuti, giusto il tempo di sciogliere la provola, sformateli e spolverate di parmigiano.

Comments (5) -

Lisa Italy
12/1/2011 4:16:51 PM #

Ciao Compagna!
Bella la spiegazione dei friarielli!
Ho capito pure io che non avevo la minima idea di quello che erano!!!

Ho letto la tua mail e appena vado con più calma ti rispondo!

Un bacio Lisa

Reply

milady Italy
12/1/2011 4:35:52 PM #

e che altro aggiungere se no che sono FRIARIELLI e basta?
brava!!!

Reply

http://latrappolagolosa.blogspot.com/ Italy
12/2/2011 8:11:07 AM #

Mi sembrava di sentire i sapori e gli odori mentre leggevo il tuo post. Anche io sono campana,molto vicino a Napoli e questi sono i cibi di casa mia.Grazie!

Reply

Pasquale Italy
12/3/2011 11:26:53 AM #

Grande Murzillo, Friarielli e BASTA............

Reply

isaporidelmediterraneo.blogspot.com Italy
12/3/2011 11:28:38 AM #

Grande Murzillo, Friarielli e BASTA............

Reply

Pingbacks and trackbacks (1)+

Add comment

biuquote
  • Comment
  • Preview
Loading

La mia ricetta su

Seguimi

 

 

Google+

Convertitore cups/grammi

Image and video hosting by TinyPic

Le ceramiche utilizzate in questo blog sono una produzione artigianale "I Cocci" www.icocci.org

 

Anch'io sono

mtcm

I consigli della nutrizionista

Ricette per mese