Nell'indecisione.....doppio Strudel!

10. gennaio 2012 12:51 | Stampa

Non finirò mai di ringraziare Flavia per la sua fantastica idea

che è diventato ormai uno dei miei appuntamenti fissi mensili.

Probabilmente la sua iniziativa, insieme a tante altre a cui partecipo in maniera sistematica, sarà la causa del mio divorzio e del mio licenziamento, però mi ha consentito di conoscere delle persone uniche!

Una di queste è Helga che, insieme a Magali, cura un blog che è uno dei più originali e "veri" che io abbia mai visitato.

Quando ho saputo che era lei The Recipetionist di gennaio, sono andata a curiosare perchè non la conoscevo e, senza accorgermene, avrò passato 2 ore  a leggere i suoi post Surprised.

La scelta è stata dura e, in effetti, non è stata una vera e propria scelta visto che poi ho fatto 2 ricette in una.

Ad ogni modo, la mia scelta è ricaduta subito sullo strudel di mele, perchè non l'avevo mai fatto, non è un dolce che amo particolarmente forse per tradizione e quindi mi sembrava il più adatto.

Ho eseguito la ricetta di Helga e Magali alla lettera, soprattutto ho aggiunto amore e tutta l'energia che avevo nell'impastare, come suggerito e.....Il risultato è stato fantastico! Mi sono ricreduta e lo strudel è davvero, davvero BUONO!!!

Ma la dose prevista dalla ricetta originale è per 2 strudel, quindi perchè limitarsi.....così ho dimezzato le dosi della farcia e ho fatto anche quello di pere e gocce di cioccolato....Goduria!

Ma andiamo per ordine....

 

Strudel di mele

Ingredienti:

Per la pasta:

300 g di farina

1 uovo

un cucchiaio di zucchero

50 g di burro fuso

½ bicchiere di acqua tiepida

un pizzico di sale

 

per il ripieno:

1/2 kg di mele golden

35 g di zucchero

35 g di uva sultanina

35 di pinoli

35 g di burro

3 cucchiai di pangrattato

1 cucchiaio di brandy 

un po’ di cannella in polvere 

 

Un po’ zucchero a velo per guarnire e io ho esagerato, servendoli con una salsa al cioccolato.

Preparazione:

Ho preparato la pasta mettendo la farina a fontana su una spianatoia, al centro ho messo l'uovo, il burro fuso, lo zucchero e il sale e ho iniziato ad impastare, poi ho aggiunto piano piano l'acqua tiepida e ho impastato per una decina di minuti. Quando ho visto che la pasta era abbastanza elastica l'ho sbattuta più volte energicamente sul bordo della spianatoia, devo dire anche in maniera molto coreografica (è stato molto divertente).

Ho fatto una palla e ho coperto la pasta con una pentola in cui avevo messo a bollire dell'acqua (che va buttata) per riscaldarla e ho lasciato riposare una mezz'oretta.

Nel frattempo ho preparato i ripieni. Ho tagliato le mele a fette molto sottili, ho fatto sciogliere il burro e ho unito il pangrattato e poi l'ho tolto dal fuoco. Ho unito tutti gli altri ingredienti alle mele e ho mescolato per farli amalgamare bene.

Ho preso quindi metà della pasta preparata e l'ho stesa molto sottile, ho messo al centro il ripieno e ho richiuso i lembi con il ripieno al centro.

Con l'altra metà pasta ho fatto....

Strudel alle pere e gocce di cioccolato

 

Ingredienti (solo per il ripieno):

1/2 kg di pere Kaiser 

75 gr di zucchero

25 gr di burro

30 gr di pangrattato

50 gr di gocce di cioccolato

50 gr di nocciole tritate

zenzero fresco grattugiato

il succo di 1/2 limone

Preparazione:

In modo analogo ho tagliato le pere a fette molto sottili. Ho fatto sciogliere il burro in un pentolino, unito il pangrattato e tolto dal fuoco. Ho unito il resto degli ingredienti alle pere, mescolato e messo al centro dell pasta rimasta e stesa molto sottile.

Ho infornato per circa 40 minuti a 180°.

Le dosi di Helga erano molto precise, infatti sono venuti due strudel grandi esattamente quanto la teglia da forno.

Servire tiepidi e ricoperti di zucchero a velo. Io ho aggiunto una salsa al cioccolato preparata sciogliendo al microonde 100 gr di cioccolato e 100 gr di panna.

Ed ora voglio presentare a Magali, il mio primo amore, che non è un uomo ma un gatto, che purtroppo non c'è più da 4 anni ma che è stato con me per tutta la mia infanzia e oltre per ben 18 anni. Per me era il gatto più bello del mondo e, secondo me, sarebbe piaciuto anche a Magali....il mio Romeo!

 

Comments (3) -

elifla Italia
10/01/2012 14:38:43 #

Sei strabiliante e tranquilla non divorzierai se sforni di queste meraviglie e non ti licemzieranno se porti al lavoro qualche fettina di questi strudel...baci,e grazie, Flavia

Reply

valeria Italia
10/01/2012 14:52:01 #

Grazie! Lo spero, perchè il lavoro mi serve e il marito mi piace Wink

Reply

Helga & Magali Italia
11/01/2012 20:02:43 #

Bravissima Valeria, bellissima presentazione sia letterale (grazie delle belle parole), e le foto sono bellissime, che dire peccato non essere lì vicino per assaggiarli! Sei ancora più da ammirare che sei stata la prima con tutto il lavoro che hai (a casa che al lavoro). Grazie per aver letto i miei post ... e soprattutto Magali ringrazia per averle presentato Romeo (bellissimo e dolcissimo). Chi ha o ha avuto il privilegio di dividere parte del suo cammino con un pelosotto, è una persona che conosce il significato dei valori dell'esistenza. Un abbraccio Helga e un ronron speciale Magali

Reply

Add comment

biuquote
  • Comment
  • Preview
Loading

L'immagine può contenere: sMS

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Anch'io sono

 

Convertitore cups/grammi

Le ceramiche utilizzate in questo blog sono una produzione artigianale "I Cocci" www.icocci.org

 

I consigli della nutrizionista

Ricette per mese