Torta chic per il mio compleanno

8. marzo 2012 11:53 | Stampa

Oggi è un giorno particolare che però da troppi anni ha perso di significato.....non si tratta di "festeggiare" le donne, ma si tratta di commemorare delle donne che sono morte per difendere i propri diritti (e i nostri) e per ricordare che ci sono ancora molti paesi in cui le donne sono ancora vittime di violenza e indifferenza, alcune non sono neanche libere di mostrare il proprio viso.

La strada è ancora lunga ma tanto è già stato fatto e oggi è l'occasione giusta per ricordarlo ed essere grati per quello che abbiamo e lottare per quello che vogliamo, perchè ogni giorno deve essere l'8 marzo!

Purtroppo oggi questo giorno è vissuto come occasione per "zoccoleggiare" liberamente, per deturpare i poveri alberi di mimose e per diventare l'emblema contro cui le donne hanno sempre lottato.....non mi piace, non lo condivido e mi fa pure un poco schifo...... 

Quindi oggi dedico questa torta, che Montersino ha chiamato chic per il colore rosa che la contraddistingue, a tutte quelle donne come me per cui oggi è un giorno come un altro, solo con una maggiore consapevolezza delle nostre possibilità.

Ingredienti:

(io ho dimezzato tutte le dosi per una torta di 22 cm di diametro)

Per la bavarese al pompelmo rosa e cioccolato bianco:

400 gr di succo di pompelmo rosa

75 gr di zucchero semolato

18 gr di gelatina in polvere (io quella in fogli)

350 gr di cioccolato bianco

2 gr di buccia grattugiata di pompelmo rosa

750 gr di panna al 35% di grassi

Per la gelè al bitter campari:

100 gr di bitter campari

250 gr di moscato d'Asti

50 gr di acqua

150 gr di zucchero semolato

18 gr di gelatina in polvere (io quella in fogli)

Per il croccante:

300 gr di mandorle in pasta 

140 gr di corn flacks

100 gr di cioccolato bianco

Per il biscotto alle mandorle:

125 gr di uova intere

175 gr di t.p.t. alle mandorle (io ai pistacchi)

25 gr di farina di riso

165 gr di albume

40 gr di zucchero semolato

Per la bagna al pompelmo:

300 gr di succo di pompelmo rosa

150 gr di zucchero liquido (io 2 cucchiai di zucchero semolato sciolto nel succo di pompelmo leggermente tiepido)

Per la finitura:

150 gr di cioccolato bianco

bucce di pompelmo rosa 

pistacchi in granella

100 gr di gelatina neutra

 

 

Preparazione:

Preparate la gelè. 

Scaldate l'acqua ed unirvi la gelatina ammollata a parte in una quantità di acqua pari a 5 volte il peso della gelatina prevista dalla ricetta e la stessa quantità di acqua sarà poi inserita nella ricetta.

Sciogliete bene lo zucchero nel liquido ancora caldo quindi unite il campari e il moscato. La presenza delle proteine farà formare una schiuma sulla superficie; aspettate un paio di minuti che si riduca e poi eliminatela con un cucchiaio.

Colate la gelè in in cerchi più piccoli di 2 cm rispetto alla torta finita e congelate.

Preparate il biscotto ai pistacchi.

Montate le uova con il t.p.t. ai pistacchi (t.p.t. sta per "tanto per tanto" e si compone di metà zucchero semolato e metà frutta secca, pistacchi in questo caso, e frullati insieme finchè non diventino una farina), a parte montare gli albumi con lo zucchero. Unire le due montate (aggiungete sempre la monatata d'uova negli albumi e mai il contrario), poi unite la farina ed in fine il burro fuso. Con l'aiuto di una sac a poche formate con l'impasto dei cerchi grandi come quelli in cui avete fatto la gelè e cuocete in forno a 180° C.

Preparate la bavarese.

Miscelate i tuorli e lo zucchero, unite il succo di pompelmo bollente, rimettete sul fuoco e cuocete fino a raggiungere la temperatura di 82° C come una normale crema inglese. Fuori dal fuoco unite il cioccolato bianco a pezzetti , la gelatina ammollata e la buccia del pompelmo e lasciate raffreddare fino a 30° C. Infine versare poco per volta la crema inglese alla panna semi montata per alleggerire.

Preparate il fondo croccante.

Sciogliere il cioccolato bianco ed unirvi la pasta di mandorle e i corn flacks che avrete rotto leggermente con le mani, mescolate bene e versateli nell'anello dove monterete il dolce facendo attenzione a restare antro un cm dal bordo.

Montate il dolce.

versate sopra il fondo croccante circa 1/3 della bavarese, inserite quindi il 1 disco di biscotto ai pistacchi bagnato con il succo di pompelmo e lo zucchero, ricoprite con metà della bavarese rimasta, poi un altro disco di biscotto sempre bagnato e ricoprite con la restante bavarese. al centro sistemate la gelè ancora congelata facendola sprofondare nello strato di bavarese e congelate il dolce.

Passate almeno 2 ore (ma meglio congelare la sera prima) sformare il dolce e ricoprirlo di gelatina neutra.

Decorate con la buccia del pompelmo tagliata a julien e fatta arricciare per una mezz'ora in acqua e ghiaccio, granella di pistacchio e griglie di cioccolato bianco sui lati.

La ricetta originale prevedeva anche degli spicchi di pompelmo pelati a vivo ma siccome la mia gelè era a forma di fiore, per stavolta non li ho usati.

Nella descrizione della ricetta tutte le parti in corsivo sono dei consigli di Montersino che ho appuntato durante il corso a cui ho partecipato il mese scorso.

 

Questa è stata la torta che ho preparato per il mio compleanno e quindi partecipa al contest di "La cultura del frumento"

 

Comments (6) -

Vale
08/03/2012 15:30:46 #

Condivido tutti i tuoi pensieri in merito alla giornata... e condividerei volentieri anche la fetta di torta, ti è venuta benissimo! Io oggi però festeggio Smile ...si, ma l'anniversario!

Reply

valeria
08/03/2012 15:50:24 #

Ma non eri a dieta? Auguri per l'anniversario!!!!

Reply

Patty
09/03/2012 19:02:40 #

Una torta veramente meravigliosa. Auguri anche se un po' in ritardo ma te li meriti tutti! Questo fine settimana se riesco, faccio i tuoi scialatielli, spero che non li abbia già fatti qualcuno! Un bacione, Pat

Reply

valeria
10/03/2012 10:22:19 #

Grazie Patty, gli auguri non sono mai in ritardo....ottima scelta gli scialatielli e complimenti, vai sul difficile Wink
Buon fine settimana

Reply

isapordelmediterraneo.blogspot.com
10/03/2012 08:14:59 #

Bellissimo Post Valeria, condivido quello che scrivi ed e' da queste parole che si riesce ad intravedere lo spirito combattivo di una Donna.
A presto

Reply

valeria
10/03/2012 10:23:52 #

eheheh....grazie, ma le donne come me hanno trovato la strada già spianata Wink

Reply

Add comment

biuquote
  • Comment
  • Preview
Loading

L'immagine può contenere: sMS

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Anch'io sono

 

Convertitore cups/grammi

Le ceramiche utilizzate in questo blog sono una produzione artigianale "I Cocci" www.icocci.org

 

I consigli della nutrizionista

Ricette per mese