Soffiato di pastiera e che la sfiga sia con me.....

27. marzo 2012 12:11 | Stampa

Si avvicina la Pasqua e nel web abbondano le ricette, regionali e non, inerenti a questa festività.

Oggi io vi propongo una pastiera "moderna", diversa da quella tradizionale, una ricetta di De Riso (si, ancora lui....mi è presa la fissa!). Però vi avverto, è la  torta più sfigata del mondo....si perchè mi ha procurato, nell'ordine le seguenti sfighe:

  1. Mi sono tagliata un dito per affettare l'arancia candita, ma a livello che sto con le farfalline per reggere i due lembi di pelle...
  2. Per medicarmi, che a momenti svenivo, ho quasi bruciato il disco di frolla (alla fine mi è venuto croccantino e leggermente abbronzato)
  3. Nonostante lo sapessi, ho sbagliato la dose di acqua per sciogliere la gelatina, e quindi la torta una volta scongelata è collassata su sè stessa
  4. Nonostante il mio istinto suggerisse di aggiungere della pectina allo sciroppo di copertura, mi sono ostinata a seguire la ricetta e lo sto ancora togliendo dal frigorifero
Nonostante tutto la torta era fantastica! Delicata, bella e sapeva quasi di pastiera....la rifarò certamente evitando gli errori di cui sopra.
 

Ingredienti per una tortiera di 20 cm di diametro:

Per la frolla:

60 gr di burro morbido (io 30 gr di burro e 20 gr di strutto)

40 gr di zucchero

20 gr di tuorlo d'uovo (1 tuorlo)

1 gr di sale

1/2 baccello di vaniglia (io l'ho omesso)

zeste di 1/2 limone bio

75 gr di farina

25 gr di fecola di patate

Per la crema alla pastiera

150 gr di ricotta di latte vaccino

150 gr di grano cotto

160 gr di zucchero

80 gr di arancia candita a cubetti

150 gr di panna montata

2 gocce di acqua di fiori d'arancio (io un cucchiaino)

5 gr di gelatina in fogli

80 gr di tuorli (4 tuorli)

50 gr di acqua

Per le arance semicandite

150 gr di arance tagliate a fette sottili

150 gr di zucchero

 

Preparazione:

Preparate la frolla, amalgamando tutti gli ingredienti tranne la fecola e la farina che aggiugerete dopo setacciate e lavorate l'impasto per 1 minuto circa.

Formate una palla e lasciatela riposare in frigo, avvolta nella pellicola, per almeno mezz'ora (meglio ancora se la fate il giorno prima).

Passato questo tempo, tirate la pasta frolla con un mattarello ad uno spessore di circa 5 mm e tagliate un disco di 18 cm di diametro (io ho usato un disco delle stesse dimensioni della tortiera utilizzata per montare  la torta perchè la frolla in cottura tende comunque a ritirarsi) e cuocete in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti.

Pre la crema, fate cuocere 80 gr di zucchero in acqua fino a 120° C. Versatelo bollente sulle uova e montateli fino a quadruplicare il loro volume.

A parte setacciate la ricotta e lavoratela con il restante zucchero, i fiori d'arancio e il grano cotto.

Reidratate la gelatina in acqua fredda per 5 minuti e scioglietela al microonde e, ancora calda, stemperatela nella crema di ricotta mescolando velocemente.

ATTENZIONE!!! La gelatina, sia essa in fogli o in polvere, va sciolta in una quantità d'acqua pari a 5 VOLTE IL PESO della gelatina prevista dalla ricetta e la stessa acqua andrà poi nella ricetta. Quindi qui abbiamo 5 gr di gelatina, l'acqua utilizzata per reidratarla sarà pari a 25 gr. Se utilizzate questo metodo non sbagliate mai, come invece ho fatto io.

Quindi incorporate i cubetti di arancia candita, la panna montata e infine i tuorli.

Ora montiamo la torta. Ponete il disco di frolla cotto e raffreddato al centro di un anello d'acciaio di 20 cm di diametro (io ne ho utilizzato uno da 22 cm). Riempite con la crema alla pastiera napoletana alleggerita e livellate con una spatola, cioè "apparate" la superficie. Mettete il dolce i freezer per 3 ore.

Nel frattempo preparate le arance semi candite. Tagliate le arance a fette sottilissime e ponetele in un pentolino con lo zucchero, lasciate cuocere a fuoco lento per circa 3 minuti, io vi suggerisco di aggiungere un cucchiaio i pectina per evitare che lo sciroppo resti troppo liquido. Lasciate raffreddare.

Versate lo sciroppo freddo sulla torta e decorate con le fettine di arancia e se volete con un pò di grano, io poi l'ho rimesso in freezer un'altra mezz'oretta per farla stabilizzare. Una volta sformata ho guarnito i lati con dei biscottini di frolla e del caramello fatto raffreddare direttamente in acqua f fredda.

La foto della fetta non la posto per ovvi motivi Embarassed.

Comments (9) -

pates et pattes
27/03/2012 14:30:21 #

anceh io ultimamente ho fatto una torta sfigata, pensa che non trovo neppure le foto.
La tua comunque doveva essere ottima! Baciotti Helga e ronron Magali

Reply

valeria
27/03/2012 14:55:45 #

Grazie cara, ma la ricetta per the recipe-tionist? non l'avevi fatta?

Reply

pates et pattes
27/03/2012 15:14:52 #

sono proprio svampita, pensavo che la scadenza fosse il 28, che peccato, comunque la pasta era buonissima!

Reply

spery
27/03/2012 15:22:33 #

ma come si fa a resistere a sal? Io l'ho conosciuto di persona per il mio compleanno: mio marito mi ha fatto un sorpresone!!!!! Io ho appena iniziato la produzione di colombe (ne devo fare una cinquantina!!!!!) e poi mi darò alle pastiere!!!
Il tuo soffiato è stupendo!
baci
spery

Reply

valeria
27/03/2012 15:36:33 #

50?!?!?! Una bella produzione....grazie, in realtà è più uno "squagliato" che un "soffiato" però il sapore era fantastico ed è quello che conta...

Reply

isaporidelmediterraneo.blogspot.com
27/03/2012 18:08:00 #

Piccolo incidente di percorso, ma torta Spettacolare e sicuramente dal gusto stellare.
A presto

Reply

saragina
05/04/2012 12:03:52 #

buonissimo!anche a me l'anno scorso è successo 1 mezzo disastro co sto soffiato.....è venuto tutto buonissimo...ma le uova(forse qst è il motivo)sn venute troppo liquide e.....non ostante avessi messo tutto in freezer.... qnd abbiamo aperto la prima fetta.......s'è sciolto tutto!!!!io ho seguito tutto alla lettera....tranne la parte della pastorizzazione....boh??cmq vi farò sapere....sabato mi replico!e domenica lo mangiamo!

Reply

milady
21/04/2012 20:35:39 #

il soffiato è una delle mie preferite del Mitico... E la tua non ha l'apparenza cosi tragica. Come fotografa fai miracoli, più che come pasticciera!!!

Reply

valeria
23/04/2012 10:00:42 #

Qui era ancora congelata.....è dopo che si è spatasciata Wink

Reply

Pingbacks and trackbacks (1)+

Add comment

biuquote
  • Comment
  • Preview
Loading

L'immagine può contenere: sMS

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Anch'io sono

 

Convertitore cups/grammi

Le ceramiche utilizzate in questo blog sono una produzione artigianale "I Cocci" www.icocci.org

 

I consigli della nutrizionista

Ricette per mese