Polpette di salmone e patate - Io non mangio da solo

16. ottobre 2012 12:04 | Stampa

Sul filo di lana, ma ce l'ho fatta!

Oggi pubblico una ricetta per il ProgettoMondo Mlal, un'organizzazione non governativa che lavora per dare un futuro migliore ai bambini e ai giovani meno fortunati, e per Virginia che, insieme all'associazione, ha deciso di lanciare quest'iniziativa che ha come tema centrale il PANE!

Oggi 16 ottobre, tra l'altro, è la Giornata Mondiale del Pane e la Giornata Mondiale dell'Alimentazione 2012, per cui quale momento migliore per parlare della campagna "Io non mangio da solo"?

Durante il mio viaggio in Brasile ho avuto la possibilità di vedere con i miei occhi la situazione che vivono molti, troppi bambini....per strada, senza scarpe, senza cibo, oggetto della violenza più crudele che si possa immaginare, spesso con un'aspettativa di vita che non va oltre gli 8-10 anni.

A volte guardo mia figlia e la vedo serena, con tutto ciò che desidera, compreso l'affetto e le cure di genitori che si sforzano di essere amorevoli e mi tornano in mente quegli occhietti tristi e quanto avrei potuto fare per loro e non sono riuscita a fare.

Per fortuna c'è chi si prodiga concretamente e ogni giorno per loro e, se posso ancora una volta, nel mio piccolo, contribuire a rendere loro la vita meno dura, non mi tiro indietro.

Questa è una ricetta semplice che ho provato per convincere mia figlia a mangiare il pesce, che non ama particolarmente.

Viene utilizzato il pangrattato che, a casa mia, viene fatto rigorosamente con il pane avanzato, abbrustolito in forno e poi sbriciolato.

Ingredienti:

150 gr di filetto di salmone

una patata piccola (circa 60 gr)

un uovo piccolo e un albume

un cucchiaio di pecorino grattugiato

pane grattugiato

farina

sale

olio evo

 

Preparazione:

Scottare il filetto di salmone in una padella, per circa 2 minuti per lato. Eliminate la pelle e la lisca centrale frullatela insieme alla patata lessata e schiacciata, il pecorino e il sale. Io non ho aggiunto "roba verde" perchè mia figlia non la gradisce, però potete aggiungere le spezie che volete o un pizzico di pepe.

Aggiungete pane grattugiato a scufficienza per asciugare l'impasto in modo da formare le polpette.

Passate le polpette prima nella farina, poi nell'albume leggermente sbattutto ed infine nel pane grattugiato.

Io ho cotto le polpette in forno a 200° con un filo d'olio per circa 15 minuti girandole a metà cottura, ma se volete potete friggerle.

 

Con questa ricetta partecipo all'iniziativa Il contest buono come il pane per la campagna  Io non mangio da solo:

LOC io non mangio da solo

Comments (6) -

Virginia
16/10/2012 14:05:11 #

Grazie infinite per il tuo splendido contributo!

Reply

valeria
16/10/2012 14:08:40 #

Grazie a te per la bellissima iniziativa!

Reply

http://latrappolagolosa.blogspot.com/
16/10/2012 14:20:03 #

Ideali per propinare il pesce ai bambini!
Non so se ce l'hai anche tu questo problema, ma per me , quando sentono pesce scappano tutti via!

Reply

valeria
16/10/2012 14:25:07 #

Giulia mangia volentieri solo la sogliola, ma non la trovo spesso quindi ecco cosa devo inventarmi :-D

Reply

Rita
16/10/2012 17:02:50 #

Ciao! Bellissima e buonissima idea finger food! Io vado matta per tutti i bonsai alimentari, monoporzioni e piccole sfiziosità *-*
Segno la ricetta e grazie! Laughing

Reply

isaporidelmediterraneo.blogspot.com
17/10/2012 18:12:37 #

Sapevo che anche te Valeria avresti dato il tuo contributo a questo bellissimo contest.

Reply

Add comment

biuquote
  • Comment
  • Preview
Loading


Powered by BlogEngine.NET

Anch'io sono

 

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Convertitore cups/grammi