Scagliuozzi di mia zia Anna

4. December 2012 15:08 | Stampa

Zia Anna era la sorella di mia nonna paterna.

Lei era la "ragazzina" della famiglia. Ultima di 9 figli, la più coccolata, la più mondana, la più buona.

Ha vissuto per 5 anni in Australia, poi è tornata perchè l'aveva promesso alle sorelle, ma lì ci ha lasciato il cuore, ci sarebbe rimasta volentieri.

Ha vissuto per molti anni anche in Veneto, perchè di un veneto si era innamorata e poi se l'è sposato. 

Non è stata molto fortunata, il suo Bruno l'ha lasciata troppo presto e lei è tornata qui, dalla sua famiglia.

Non ha avuto figli ma il suo affetto materno l'ha riversato sui suoi 30 nipoti e non so quanti pronipoti (tra cui io) fino alla fine.

Manca a tutti zia Anna. Ricordo ancora quando mio padre mi diede la notizia della sua morte, io vivevo a Roma e fu un colpo.

Ricordo mio padre che diceva tra le lacrime " pensavo avessimo già dato", e dopo qualche mese sarebbe toccato a lui. Evidentemente la risposta era no.

Comunque, zia Anna aveva un accento divertentissimo, una specie di ibrido tra il napoletano e il veneto....provate ad immaginare. Era una cosa musicale ed io l'adoravo.

Questa è una sua ricetta, insomma più o meno, quella che ricordo e che ricorda mia nonna.

E questo post è per lei.

 

Gli scagliuozzi sono dei triangolini di polenta raffreddata e poi fritta. In genere si condisce con cicoli e formaggio ma mia zia spesso ci metteva i friarielli. In mancanza potete provare con broccoletti e salsiccie.

Ingredienti:

farina per polenta, circa 250 gr

1,5 l di acqua

sale

una salsiccia di maiale cotta

Una forchettata abbondante di friarielli già cotti

parmigiano grattugiato

abbondante olio d'oliva per friggere.

Preparazione:

Preparare la salsiccia e i friarielli come spiegato qui. Tenete da parte.

Preparate la polenta. Portate ad ebollizione l'acqua salata. versate la farina a pioggia e mescolate fino a cottura ultimata.

Se volete potete utilizzare della farina per polenta istantanea per velocizzare.

Sminuzzate la salsiccia e friarielli con un coltello e aggiungete alla polenta, insieme al parmigiano grattugiato.

Stendete in una teglia rettangolare e lasciate raffreddare finchè non si sarà indurita. Lo spessore dovrà essere circa un centimetro, quindi regolatevi con la quantità per la misura della teglia.

Quindi tagliate dei piccoli triangoli isosceli e friggeteli in olio d'oliva finchè i bordi non saranno lievemente dorati e croccanti.

Salate e servite subito.

Io in genere li mangio mentre friggo.

Con questa ricetta partecipo al contest di Mariella "Fritto all'italiana"

grazie a zia Anna!

Comments (10) -

isaporidelmediterraneo.blogspot.com
12/4/2012 3:49:46 PM #

La vera scuola Alberghiera??????????
A casa delle nostre nonne.
Bellissimo piatto della tradizione.
A Presto

Reply

giulia
12/4/2012 5:22:10 PM #

che post amoroso ... é bello ricordare i nostri cari scomparsi ! un bacione giuli (www.loveateverybite.com)

Reply

Ombretta
12/4/2012 5:24:38 PM #

Che post pieno di emozione.... Come hai ricordato tua zia e uno sprazzo della sua vita mi hai fatto commuovere .....
Una ricetta direi ricca e saporita con un profumo d altri tempi...
Un bacio

Reply

mariella
12/4/2012 5:44:30 PM #

>Valeria,anche io ho avuto una zia così,solo che la mia si chiamava Maria e anche lei mi manca tanto.

Reply

arabafelice
12/4/2012 6:28:42 PM #

Che bel ritratto hai fatto di tua zia...sarebbe contenta di leggerlo.
E la ricetta è proprio di quelle da tramandare Smile

Reply

dida
12/4/2012 10:04:25 PM #

che bel post! io adoro gli 'scagliuozzi' (non so mai se lo scrivo bene in dialetto!) e diciamo che a casa mia, da sempre, si fa la polenta con il ragù più per avere gli scagiuozzi il giorno dopo che altro...ma la tua è una novita, mai fatta con queste aggiunte ma sempre classici, solo formaggio e diciamo che si devono provare!
un caro saluto
dida

Reply

valeria
12/5/2012 11:21:08 AM #

Grazie a tutti, mia zia non avrebbe voluto un post triste e così..... Smile

Reply

Raffaella
12/5/2012 1:17:55 PM #

Vale è commovente ciò che hai scritto, e sono sicura che i tuoi scagliuozzi l'avranno fatta sorridere e riempire di orgoglio anche da lassù.
Un abbraccio cara, e grazie, perché non sapevo che questa ricetta tipica napoletana si potesse preparare anche con i friarielli! :*

Reply

Annaly
12/7/2012 4:35:22 PM #

Ho una sorpresa per te!!!!
vieni a trovarmi!
Annaly di Fantasie della cucina di Annaly

Reply

maison container France
12/8/2012 11:42:32 PM #

Article super interessant. Beaucoup de discernement dans tes explications. Je met ca en favoris. Merci pour le partage !

Reply

Add comment

biuquote
  • Comment
  • Preview
Loading


Powered by BlogEngine.NET

Anch'io sono

 

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Convertitore cups/grammi