La pasta fresca di Mary

23. settembre 2014 11:58 | Stampa

 

Fa uno strano effetto tornare a scrivere qui dentro dopo tanti mesi di silenzio.

In questo periodo cerco sempre di piú di staccarmi dalla vita virtuale per concentrarmi sulla mia vita reale e, credetemi, di carne al fuoco ce n'é e non riesco proprio a stare dietro a tutto.

A farne le spese é come al solito questo blog che, nell'ultimo anno, ha sempre l'ultimo posto nei miei pensieri. Mi dispiace ma in questo momento non posso fare altrimenti.

Comunque, questa settimana, per farmi perdonare, condivideró con voi ben 5 ricette in due post.

Iniziamo con le prime due, che non sono le mie ma della bravissima Mary.

La prima volta che mi sono imbattuta nel suo blog, a colpo d'occhio, ho adorato il suo modo di lavorare la pasta. E infatti ho scelto due ricette di pasta fresca per The Recipetionist di settembre.

La prima in realtá l'ho preparata piú di un anno fa per una sfida dell'MTC sulle ricette salentine, ma non ho mai avuto la possibilitá di pubblicarla in questo blog. Cosí approfitto e rimedio.

Sagne 'ncannulate di farro alla ricotta di Mary

 

 

Ingredienti per quattro persone

 
250 g di farina di farro
100 g di farina di semola di grano duro
300 g di ricotta
acqua, sale

 

Preparazione:

Mescolate le due farine e impastatele con un pó d'acqua, quanta ne basta per ottenere un impasto sodo ed elastico.
Fate riposare l’impasto coperto per circa quindici minuti e quindi stendetelo con il mattarello in una sfoglia sottile ma non troppo (circa due millimetri).
Tagliate la sfoglia in strisce larghe circa due centimetri e quindi arrotolate ciascuna striscia su se stessa tenendo un'estremità con una mano e arrotolando con l'altra oppure arrotolandole su un dito e poi srotolare in avanti. Ponete le strisce arrotolate e piegate in due sul piano di lavoro dove le lascerete asciugare almeno mezza giornata, io le ho fatte la sera per il pranzo dell'indomani.


Note:
- Avrei dovuto tagliare le strisce più larghe, ma per comodità, visto che era la prima volta che le facevo, le ho fatte un un pò più strette così ho avuto meno difficoltà ad arrotolarle.
- Ho visto che molti si aiutano con la pasta per arrotolare le strisce. Le appoggiano sulla pasta già stesa e sfruttano l'aderenza per facilitare l'operazione.

Mi sono divertita anche a farmi un video mentre le arrotolavo.

 

Ma non potevo cavarmela con una ricetta fatta piú di un anno fa, quindi ho spulciato ancora il blog di Mary e ho trovato questi fantastici gnocchetti.

 

Gnocchi di ricotta e semolino con crema di zucchine

 

 

La ricetta di Mary prevedeva le fave ma, in questo periodo dell'anno, avrei dovuto usare le fave secche perdendo quel bel colore di verde che mi aveva colpito nella ricetta originale. Cosí, potendo cambiare un ingrediente da regolamento, ho deciso di usare le zucchine.

 Ingredienti per quattro persone


per gli gnocchi
250 g di semolino
250 g di ricotta

per il condimento
2 zucchine
6 o 7 pomodorini ciliegino
1 cipollotto
50 g di pecorino romano grattugiato
olio evo
sale
qualche foglia di menta fresca

 

Preparazione:

Preparate gli gnocchi.
Mescolate la ricotta insieme al semolino fino ad ottenere un impasto omogeneo (dovrà risultare abbastanza morbido). Prelevate man mano un po’ di impasto con cui vanno formati dei rotoli dai quali tagliare dei tocchetti della larghezza di circa un centimetro. Fateli passare sui rebbi di una forchetta o sull’apposito attrezzo di legno per rigarli. Per non farli attaccare al piano di lavoro spolverizzateli con un po’ di semolino.

Fate cuocere gli gnocchi in acqua bollente salata per una ventina di minuti facendo attenzione che il bollore non sia troppo forte.
 
 

 

 

Nel frattempo preparate il condimento.

 
Sbianchite le zucchine tagliate a cubetti in acqua bollente per 5 minuti. Scolatele e conservate un bicchiere di acqua di cottura.
 
 
Fate appassire il cipollotto tagliato finemente in una padella con un pó d’olio, quindi aggiungetevi le zucchine. Fate cuocere il tutto a fuoco vivace per un paio di minuti poi prelevate metá delle zucchine e frullatele insieme a qualche cucchiaio di acqua di cottura, un cucchiaio d’olio, il pecorino e la menta, in maniera tale da ottenere un purè piuttosto fluido.

Nella padella con le zucchine rimaste aggiungete i pomodorini tagliati a metá e fate cuocere un paio di minuti aggiungendo un pó d'acqua di cottura delle zucchine, se necessario.

Scolate gli gnocchi e fateli saltare velocemente nella padella insieme al condimento. Disponete il purè di zucchine nei piatti e sopra gli gnocchi con una spolverata di pecorino grattugiato e qualche foglia di menta.

 

Con queste due ricette partecipo al The recipetionist di settembre

 

Comments (6) -

flavia
23/09/2014 15:54:21 #

Io sono commossa, perchè so quanto sei impegnata, perchè immagino che il tempo non ti basta più...perche sapevo che riuscivi a partecipare con una ricetta, ma che ne facevi anche una seconda nonostante tutto..... che ti devo dire?? e riprendi il blog per THE RECIPE-TIONIST..... ome faccio a non essere commossa??? So a cosa si riferiscono le prossime tre ricette , ma spero davvero che almeno due volte al mese tu riesca comunqque a trovare qualche minuto per dedicarlo al tuo blog a cui io e THE RECIPE-TIONIST siamo tant affezionati :*

Reply

Valeria
24/09/2014 21:08:11 #

Lo spero anch'io. Mi ci metto con tutto l'impegno perché lo sai che anch'io ci tengo ad entrare nella rosa dei finalisti e non vincere Laughing

Reply

Mari
23/09/2014 18:03:15 #

Valeria! Ma che bello! Ricordavo il tuo video delle sagne. All'epoca ero rimasta molto meravigliata della tua splendida manualità, non è per niente facile riuscire a farle e le tue sono praticamente perfette. Questa ricetta trovo che sia, nella sua semplicità perfetta e mi fa molto piacere sapere che tu l'abbia provata.
Per quanto riguarda gli gnocchi, questi con il semolino sono un po' diversi dai soliti e trovo che si sposino bene con qualsiasi condimento anche leggero proprio per il loro sapore delicato, quindi trovo l'accostamento con la crema di zucchine perfetto, forse ancora meglio che con la crema di fave che avevo fatto io.
Grazie mille e un abbraccio, spero che tu riesca a trocvare un po' di tempo per riuscire a coltivare le tue passioni.

Reply

Valeria
24/09/2014 21:10:03 #

grazie a te per la ricetta delle sagne. Mi ricordano la mia prima vacanza in Salento, il primo approccio con questa splendida cucina e ci sono molto affezionata ;)

Reply

Forno Star
26/09/2014 08:12:48 #

Ma che manualità pazzesca!!!
Guarda, ti capisco benissimo, io per i primi 7 mesi di mio figlio non riuscivo nemmeno a fare un pasto decente, figuriamoci avere un blog! Hai tutta la mia ammirazione!!!

Reply

Valeria
26/09/2014 10:14:44 #

Sappiamo bene che la vera manualitá sta nel lavorare una pasta senza glutine. Sei tu che hai la mia ammirazione! e ora anche con i lievitati! Sei straordinaria

Reply

Add comment

biuquote
  • Comment
  • Preview
Loading


Powered by BlogEngine.NET

Anch'io sono

 

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Convertitore cups/grammi