Anatra selvatica ripiena con salsa al Porto e celeriac and apple mash

22. ottobre 2015 19:07 | Stampa

"Ma chi t' 'o fa fa'"

E' stato il leitmotif di questi giorni.

Ve l'ho detto che ho iniziato yoga?

Si, lo so. da un discorso passo ad un altro. E' un mio difetto.

Comunque.

La mia insegnante di yoga mi dice sempre "Make yourself confortable in an unconfortable situation".

Ed anche questo mi ripetevo mentre squartavo questa povera bestia.

Per fortuna mio marito si é trovato qualcosa da fare per cui é stato assente per quasi tutta l'operazione.

Solo ogni tanto si faceva vedere, mi guardava con aria di disapprovazione e poi ripeteva ma chi t' 'o fa fá.

Eh! E chi m' 'o fa fá? Patrizia, tu sai niente? E tu Alessandra?

E niente, é la mia malattia. ormai giá lo sapete. E' l'MTC.

Questa é la ricetta del mese e s'ha da fare.

Non importa che a me la carne piaccia preferibilmente in forma di bistecca o salsiccia in modo da non poterla immaginare scorrazzare nell'aia o fra l'erbetta e, in questo modo, sentirmi meno in colpa.

Lo so non é un comportamento onesto, ma che devo fare.

Eppure non era neppure la prima volta che lo facevo, bensí la terza.

Insomma, a me piace cucinare e questo fa parte del gioco, va fatto. Peró, non é detto che mi piaccia farlo.

Comunque l'ho fatto. Amo cucinare, amo l'MTC e l'ho fatto.

Ed ora che sono cresciuti i peli sul petto al mio blog, lo depilo e gli rimetto i fiocchetti, ok?

Prossima ricetta, biscottini!

Per quanto riguarda lo squartamento vi rimando al dettagliatissimo post di Patty. Qui vi metto solo la testimonianza fotografica dello scempio :)

 

 

 

Anatra selvatica ripiena di riso rosso all'arancia, bacon e uova di quaglia con salsa al Porto e celeriac and apple mash

 


Per l'anatra:

Un anatra selvatica

100 g di riso rosso selvatico

4 uova di quaglia

70 g di bacon

una cipolla

una carota 

un gambo di sedano

300 ml di brodo 

la buccia di mezza arancia

una noce di burro

 

Per la marinata

anice stellato

una stecca di cannella

chiodi di garofano

bacche di ginepro

una foglia di alloro

un rametto di rosmarino

la buccia grattugiata di mezza arancia

250 ml di Porto

 

Per il brodo

La carcassa dell'anatra

un porro

2 cm di radice di zenzero

una grossa carota

due coste di sedano

una foglia di alloro

grani di pepe

Dopo aver disossato l'anatra come descritto nel post di Patrizia lasciatela riposare nella marinata per almeno 10-12 ore o tutta la notte.

Nel frattempo preparate il brodo utilizzando la carcassa dell'anatra e le verdure, ricoprite con circa 1,5 l di acqua fredda e lasciate cuocere fino a che non si é ridotto della metá, sgrassando di tanto in tanto con un cucchiaio.

Quando il brodo sará pronto, versatelo sul riso insieme alla buccia d'arancia e cuocete finché non sará completamente assorbito. Ci vorrá circa una mezz'ora. Salate e aggiungete la noce di burro e lasciate riposare.

Cuocete le uova di quaglia in acqua fredda e portate a bollore. Lasciate cuocere per tre minuti dalla bollitura quindi passatele sotto l'acqua fredda e poi sgusciatele.

Scolate l'anatra dalla marinata, che terrete da parte, asciugatela con carta da cucina e stendetela sul tagliere aperta a libro. Stendete le fette di bacon, quindi il riso e in fine le uova di quaglia, chiudete e ricucite con filo da cucina. legate le zampe per mantenere la forma.

Accendete il forno a 180 gradi C. Tagliate le verdure adagiatevi sopra l'anatra, ungete la pelle con dell'olio e infornate per 10 minuti, quindi irrirate con un paio di cucchiai di marinata ed il succo d'arancia e rimettete in forno per ulteriori 40 o 50 minuti bagnando con i succhi di cottura e girandolo di tanto in tanto.

 

Per il celiriac and apple mash

200 g di sedano rapa (celeriac)

una patata media

una mela

due cucchiai di panna

una noce di burro

sale 

noce moscata

 

Tagliate il sedano rapa e la patata a cubetti e lessateli in pentole separate perché hanno una diversa cottura. Durante gli ultimi 5 minuti di cottura aggiungete la mela sbucciata e tagliata a cubetti nella pentola del sedano rapa e completate la cuttura.

Scolate le verdure dall'acqua e schiacciatele con uno schiacciapatate, aggiungete la panna e il burro, rimettete sul fuoco e mescolate fino a che il burro non si sará sciolto. 

Togliete dal fuoco, salate e aggiungete la noce moscata.

Per la salsa al Porto 

300 ml di brodo

la marinata filtrata

due cucchiai di amido

 

A cottura ultimata trasferite l'antra in un  piatto, copritela con un foglio di alluminio e mettetela da parte.

Rimettete sul fuoco la teglia dove avete cotto l'anatra, aggiungete il brodo e la marinata filtrata e lasciate riddurre per qualche minuto.

Aggiungete quindi l'amido continuando a mescolare fino a che non si sará addensato.

 

A questo punto affettate l'anatra, versatevi la salsa al Porto e servite con il mash.

 

Con questa ricetta partecipo all'MTC no 51 

gli sfidanti

 

Comments (4) -

flavia
25/10/2015 17:44:21 #

T'ho fa fà...la passione, il desiderio di sapere che tu ce la puoi fare, il divertimento dello sfottò al vincitore di turno..... la voglia di trovare nuove ricette....con un riso rosso .... con un Porto....e.... cavoli la apple mash?! DA unni minx n'esci fora??? me piaaaaaaaaaaaaaas...... meno male che ti sei distrutta a riuscire ad esserci..... potresti essere tra i papabili secondo me...la ricetta per una prossima sfida ce l'hai vero??? se no mi sa che i tepossino te li dai da sola e nemmeno lo Yoga potrà salvarti

Reply

Giulietta | Alterkitchen
25/10/2015 20:50:22 #

Chi te lo abbia fatto fare sappiamo già, ma come è venuto è tutto farina del tuo sacco!
E la tua anatra è semplicemente magnifica!

Reply

Patty
30/10/2015 09:00:22 #

Intanto i cappellini per le zampe li voglio anch'io. Guarda che chiccheria di presentazione mi hai fatto.
Poi sul chi t'o fa ffa, si potrebbe aprire un capitolo eterno perché la nostra vita è segnata da decisioni con lo stesso refrain. Ce lo fa fare un carattere che di ferro. Stop. Che poi dietro ci siano passioni, divertimento, senso del gioco, sfida con se stessi, chiamalo come ti pare, alla fine, si fa e anche alla grande. Intanto non ti piace vincere facile, visto che sei andata a scegliere una roba complicatissima come l'anatra selvatica, che fa il paio con l'alzavola, articolazioni d'acciaio (poi uno si chiede perché è così complicato). Il bello è che tu non hai fatto bah. Sei arrivata in fondo con una grinta ed hai farcito quest'anatra giocando con uno degli aromi che ama di più, quell'arancia che maschera il selvatico ed esalta il sapore dolciastro della carne. Il tocco elegante delle uova di quaglia hanno completato delle fette davvero bellissime.
E poi, non sai quanto adoro il modo in cui l'hai servita, su quel letto di puré di sedano rapa in cui hai nascosto una mela (davvero davvero stupendo, very British indeed), per finire con una magistrale salsa al Porto. Scusami, ma quello che si chiedeva Chi te lo fa fare, non ha detto poi nulla?
Grazie cara Valeria, mi dispiace solo di non passare più spesso di qui, perché sei una vera forza.
Bacione grande.

Reply

alessandra
01/11/2015 06:19:25 #

una domanda: quando poi lo ha mangiato, Stefano te lo ha chiesto, chi t'o fa fa?
O era troppo impegnato ad assaporare la risposta?
Senti, Vale,qui l'unica domanda opportuna è quand'è che le congiunzioni astrali si decideranno ad assumere la posizione yoga della tua vittoria all'MTC. perchè è da quando partecipi che non sbagli una sfida-ed è da quando sei emigrata che hai saputo dare voce ad una cucina matura, in cui gli echi della tua casa lontana si fondono con le suggestioni della nuova, in piatti di straordinario effetto, che illuminano gli occhi e fanno pregustare infinite delizie per il palato. questa anatra ne è l'ennesimo esempio- e se mai c'è amore per l'MTC, sappi che non solo è pienamente contraccambiato, ma si rinnova ad ogni tua partecipazione. Bravissima!

Reply

Pingbacks and trackbacks (1)+

Add comment

biuquote
  • Comment
  • Preview
Loading


Powered by BlogEngine.NET

Anch'io sono

 

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Convertitore cups/grammi