Frollini al cacao ripieni di confettura al frutto della passione e fior di sale senza burro

25. aprile 2016 14:56 | Stampa

 

Questi dovevano essere la mia seconda proposta per l'MTC N.56 e per questo sono "dairy free", come da regolamento.

La mia prima proposta dovevano essere dei biscotti di frolla montata alla lavanda, mandorle e clotted cream ma purtroppo non é andata bene e quindi, per ora, non posso pubblicarli e metterli in gara.

Il mio problema é che io penso.

Anche mio marito me lo dice sempre, "tu pensi troppo".

Quindi, dopo aver passato ore a sfogliare libri, navigare su internet e studiare la ricotta, scrivo quelle che, secondo me, sono le proporzioni giuste, poi in itinere ho deciso che la farina era troppa e ne ho eliminato 30 g.

Ora non sono sicura che questo sia stato il mio errore, ma ho il vago sospetto che quei 30 g di farina avrebbero fatto in modo di mantenere la forma e di non trasformare i miei biscotti in coockies dopo la cottura (buonissimi tra l'altro), nonostante il riposo in congelatore.

Purtroppo il giorno dopo ho iniziato la dieta e non c'é stato piú tempo di riprovare.

Ora peró, per chi abbia voglia di cimentarsi, invite a leggere questo post che é un vero e proprio decalogo del biscotto perfetto, insieme agli altri post che si sono susseguiti sul sito dell'MTC questo mese.

Gli autori , i bravissimi Dani e Juri sono vincitori dellla scorsa gara e che hanno realizzato le nostre richieste di anni e ci hanno dato i biscotti.

Avrei volute ricoprirvi di biscotti ma, tra le 2 settimane in Italia per il Tortaatortour e la dieta che incombeva, questi che seguono sono gli unici superstiti per questo mese.

 

 

 Frollini al cacao ripieni di confettura al frutto della passione e fior di sale senza burro

 

 

 

 

 

Per prima cosa preparate la confettura.

Ovviamente le dosi che vi do qui saranno sufficienti per I biscotti e vi avanzerá un bel barattolo di confettura che é buonissima anche da mangiare da sola.

Dopo tutto, perché fare la fatica per poca marmellata?

Ingredienti:

circa 10 frutti della passione (circa 300 g)

200 g di zucchero semolato

5 o 6 chiodi di garofano

il succo di mezzo limone

 


Aprite a metá i frutti e con un cucchiaino scavate la polpa con i semini e raccoglieteli in un piatto. Filtrate la polpa con un setaccio ma conservate la metá dei semini. Tenete da parte.

Ricoprite le bucce intere dei frutti con acqua fredda, aggiungete i chiodi di garofano e portate a bollore. Fate bollire per una mezz'oretta o finché saranno morbide e leggermente traslucide.

Lasciate raffreddare.

Con un cucchiaino ricavate la parte Bianca dalla buccia, ricca di pectin, tagliate a fettine, cubetti o tritate come preferite, unite alla polpa con i semini messa da parte in precedenza, il succo di limone, lo zucchero e rimettete in pentola, su fuoco dolce, rimestando di tanto in tanto portando a cottura.

Fate la prova del piattino. Fate cadere una goccia di marmellata su un piattino, inclinateli, se gelifica é pronta, se resta ancora liquida dovrá cuocere ancora.

Mettete in barattoli a chiusura ermetica sterilizzati e conservate in frigo.


Dovendo fare una frolla senza latticini ho pensato di fare la classica frolla che fa da guscio alla mia amata pastiera, usando lo strutto, come da tradizione.

Personalmente non amo la frolla all'olio, mentre questa la trovo deliziosa.


Per i biscotti

190 g di farina debole

50 g di cacao

100 g di strutto

75 g di zucchero

1 cucchiaino di miele

1 uovo grande

un pizzico di sale

Fior di sale per guarnire

  

 

  

Tagliate lo strutto a dadini piccolo e iniziate a lavorarlo con le mani per "sabbiarlo".

In pratica dovete passarlo tra le dita, usando prevalentemente l'indice ed il police, come si fa per contare i soldi.

Setacciare la farina con il cioccolato ed il sale.

Aggiungete lo zucchero allo strutto, quindi l'uovo e il miele.

Quando tutto sará amalgamato cominciate ad aggiungere le polveri poco per volta, lavorando velocemente e per poco tempo.

Avvolgete nella pellicola e lasciate riposare in frigo per un'ora.

Passato questo tempo stendete l'impasto dello spessore di una moneta di un euro circa, formate dei cerchi e mettete al centro un cucchiaino di marellata. Richiudete con un altro cerchio, spennellando i bordi con acqua per sigillare e cospargete con fior di sale.

Cuocete in forno caldo a 180 gradi per 12-15 minuti.

Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella.

 

Con questa ricotta partecipo anche questo mese all'MTC



 

 

 

 

Comments (3) -

Antonietta
25/04/2016 22:15:15 #

Siamo sorelle, non c'è dubbio, figlie della stessa terra!
Anche io ho usato lo strutto, quel poco di miele e l'uovo intero.
Sono andata un po a istinto ricordando metodi di vecchie ricette, bilanciando con le dritte della sfida.
Frutto della passione e cacao: connubio sublime!!!

Reply

Dani
02/05/2016 00:43:19 #

Mi dispiace che non ti piaccia la frolla all'olio, comunque anche questa proposta è molto bella!

Reply

alessandra
08/05/2016 04:00:53 #

anche io penso- e anche io coi tuoi stessi risultati, quando si tratta di fallimenti.
solo che quando si tratta di genialate, come quella che vedo qui, le analogie finiscono. E allora copio e penso "ma quand'è che vince, la Valeria?" ... perchè tu sei un'altra di quelle che davvero "non me lo spiego".
anzi, provo a non pensare più nemmeno a quello.. e chissà mai che si avveri? Smile
Eccezionali, comunque, questi biscotti:eccezionali.

Reply

Pingbacks and trackbacks (1)+

Add comment

biuquote
  • Comment
  • Preview
Loading


Powered by BlogEngine.NET

Anch'io sono

 

La mia ricetta su

 

 

il secondo libro dell'MTChallenge!

 

 

Seguimi

 

 

Google+

Convertitore cups/grammi